Il Principe di Machiavelli: analisi e tematiche

Appunto inviato da pierludamosso Voto 6

Il Principe di Machiavelli: analisi del testo, tematiche principali, riassunto, struttura e contenuto (5 pagine formato docx)

IL PRINCIPE DI MACHIAVELLI: ANALISI E TEMATICHE

Il Principe: linee generali. Il Principe si può collegare ad una precedente tradizione di trattatistica politica, che risale al Medioevo. Infatti, già in quel periodo, erano diffusi trattati finalizzati a tracciare il modello del principe ideale e ad indicare le virtù che doveva possedere. Questi trattati venivano chiamati specula principis, dovevano cioè fornire al principe uno specchio in cui riflettersi e apprendere quali dovevano essere i suoi comportamenti. Tuttavia, se, da un lato, il Principe di Machiavelli si riallaccia a questa tradizione, dall’altro la rovescia radicalmente. Gli specula principis, infatti, avevano l’intento di fornire un’immagine ideale ed esemplare del regnante, il quale doveva possedere ogni tipo di virtù, dalla giustizia alla clemenza, dalla fedeltà alla mitezza.

Il Principe di Machiavelli: riassunto e commento


IL PRINCIPE MACHIAVELLI: TEMATICHE

Il Principe, invece, non vuole fornire un modello ideale, ma un modello reale. Machiavelli più volte sostiene di voler guardare alla “verità effettuale della cosa”, non all’ideale, dunque non propone al principe virtù morali (senza, tuttavia, mettere quest’ultime in discussione), ma quei mezzi che possono consentirgli la conquista e il mantenimento dello Stato, i quali non sempre collimano con quello che noi oggi chiameremmo “politicamente corretto”. Infatti, egli arriva addirittura a consigliargli di essere crudele, mentitore, dissimulatore, quando le esigenze dello Stato lo impongano. Ecco, un altro aspetto doveroso da tenere a mente è che il Principe descritto da Machiavelli deve avere come fine ultimo il bene dello Stato, rinunciando anche, quando la “verità effettuale” lo richiede e quando è necessario, alla morale.
Il Principe non è colui che deve prendere decisioni giuste dal punto di vista etico e morale, ma colui che deve prendere decisione adatte, colui che ha la capacità di guardare la realtà così com’è e di adattarsi a quest’ultima, con furbizia e scaltrezza, mirando al benessere e alla salvezza dello Stato.

Il Principe di Machiavelli: analisi e sintesi


IL PRINCIPE MACHIAVELLI: ANALISI CAPITOLI

Il Principe: la divisione dei capitoli.
Il Principe è un trattato molto breve, scritto in forma concisa e incalzante, ma densissimo di pensiero. Si articola in ventisei capitoli:
1.    I primi nove esaminano i vari tipi di principato e mirano a individuare i mezzi che consentono di conquistarlo e mantenerlo.
2.    I capitoli XII-XIV sono dedicati al problema delle milizie. Machiavelli, infatti, giudica negativamente l’uso dei soldati mercenari, poiché essi combattono solo per denaro e, dunque, essendo infidi e inaffidabili hanno causato la sconfitta militare italiana nelle guerre passate. Machiavelli desidera uno Stato con armi proprie, composto da cittadini in armi, che combattono per difendere la propria patria e i propri averi. Solo in questo modo si possono avere truppe fedeli e valorose e allo stesso tempo rinsaldare i legami del cittadino con la patria.