Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte: riassunto: riassunto de "Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte" di Mark Haddon. Pubblicato nel 2003 e vincitore di molti premi, le caratteristiche dell'opera, personaggi e le tematiche principali (2 pagine formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da nicko93

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte: riassunto - Indicazioni Generali Autore: Mark Haddon; Titolo: “Lo stano caso del cane ucciso a mezzanotte”; Epoca di pubblicazione: 2003. Caratteristiche dell'opera Genere: Realistico/contemporaneo; Struttura dell’opera: La storia narra di Christopher, un ragazzo di Swindon che ha quindici anni e soffre di autismo, una malattia che colpisce il cervello, con l’effetto di strani comportamenti (poche amicizie, si agita se ci sono suoni, ossessive ripetizioni). Il padre pochi anni prima, aveva raccontato a Christopher che la madre era morta. Una notte, Christopher trova nel giardino della signora Shears, il suo cane, Wellington, morto a causa di un forcone trafitto nel corpo.

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte: recensione e commento

Il ragazzo, nonostante il padre glielo avesse vietato, decide di indagare e nel frattempo comincia a scrivere un libro. Christopher indaga in tutto il vicinato, ma nessuno gli fornisce buoni indizi. Un giorno Christopher torna a casa prima del padre, entrando in cucina appoggia il libro e guarda un video. Quando il padre torna, trova e legge il libro, va da Christopher e inizia a discutere con lui perché non gli ha obbedito; non ha smesso di indagare sulla morte del cane. Il papà sequestra e nasconde il libro. Anche il giorno dopo, Christopher torna a casa prima del padre e comincia a cercare il libro. Lo trova sopra l’armadio del padre. Sotto il libro trova delle lettere indirizzate a lui: ne legge alcune e scopre che gli sono state scritte dalla madre, recentemente e ne memorizza l’indirizzo londinese.

Lo strano caso del cane uccciso a mezzanotte: recensione

Quando rientra, il padre trova Christopher disteso sul letto con le lettere in mano. Silenzio fra padre e figlio. La stessa sera, Christopher entra nel capanno in giardino, nota degli attrezzi dello stesso tipo del forcone con il quale era stato ucciso il cane; il forcone non c’è. È stato il padre a uccidere la povera bestia. Decide di scappare di casa e di andare dalla madre. Sale su un treno. Dopo essersi nascosto lungo il tragitto, scende dal treno e si dirige dalla madre. Trovatala, iniziano a raccontarsi tutto. Christopher decide di rimanere con la madre, insieme con la quale si trasferirà a Swindon.

Continua »

vedi tutti gli appunti di narrativa »
Carica un appunto Home Appunti