Breve tema sullo sfruttamento minorile

Appunto inviato da illynatir Voto 6

traccia del tema: gli Stati riconoscono il diritto di ogni bambino a essere protetto contro lo sfruttamento economico e a non essere costretto ad alcun lavoro che comporti rischi. Tema svolto sullo sfruttamento minorile nel mondo (1 pagine formato doc)

BREVE TEMA SULLO SFRUTTAMENTO MINORILE

Lo sfruttamento minorile. Hanno meno di 14 anni, dovrebbero andare a scuola, giocare, avere tempo per riposare, e invece lavorano: nei campi, nelle discariche, sulla strada, ovunque vi siano opportunità di guadagnare qualcosa per aiutare a sopravvivere sé e la propria famiglia. Alcuni riescono a trovare il tempo per frequentare la scuola, ma la maggior parte di essi non ha mai messo piede in un'aula scolastica, ed è probabile che non lo farà mai. A meno che qualcuno li aiuti.

Tema sullo sfruttamento minorile


TEMA SULLO SFRUTTAMENTO MINORILE NEL MONDO

Le stime più recenti ci dicono che i minori lavoratori vivono soprattutto in Asia, ma che è l'Africa il continente in cui, in proporzione, è più alta la probabilità che un bambino sia costretto ad un'occupazione precoce. Tuttavia, i baby-lavoratori sono numerosi nei paesi a medio reddito e non mancano neppure nei paesi industrializzati: trecentomila in Italia, paese che, per questo triste primato, si colloca nelle prime posizioni europee superato solo dal Portogallo e dall'Albania.

Tema sullo sfruttamento minorile nel mondo: commento

TEMA LO SFRUTTAMENTO MINORILE

Molti bambini sono mandati dalle proprie famiglie a lavorare in nero per guadagnare qualche soldo in più da portare a casa. A volte i soprusi, che subiscono i bambini sono intollerabili e spingono i piccoli lavoratori a ribellarsi. Ne è un esempio il caso della piccola Lucy che ha avuto il coraggio di comunicare a tutto il mondo la sua triste ma, purtroppo comune storia.

Tesina sullo sfruttamento minorile


TEMI SVOLTI SFRUTTAMENTO MINORILE: TESTIMONIANZE

Lucy è nata nel 1963 e aveva quattro anni quando suo padre decise di venderla come schiava al proprietario di una locanda, per 12 dollari. E' l'inizio di una schiavitù senza fine: gli interessi del "prestito" ottenuto in cambio del lavoro della figlia non faranno che accrescere il debito. Lucy, come le altre bambine, inizia a lavorare per più di dodici ore al giorno: le loro piccole mani sono abili e veloci, i loro salari ridicoli, e poi i bambini non protestano e possono essere puniti più facilmente.