Il futuro dell'ONU

Appunto inviato da xever90 Voto 5

Saggio Breve sulle prospettive future dell'Organizzazione delle Nazioni Unite: il necessario rinnovamento del Consiglio di Sicurezza, l'attuale funzione marginale dell'ONU, la necessità di una forza militare autonoma, le responsabilità degli USA, le missioni di pace, i documenti ufficiali (3 pagine formato doc)

Quale sarà il futuro dell'ONU alla lu­ce della crisi che si è aperta tra i membri per­manenti del Consiglio di Sicurezza, con di­ritto di veto, sulla guerra al Paese medio­rientale?
È necessario che la massima isti­tuzione internazionale ritorni a svolgere un ruolo di protagonismo e che riprenda una politica autonoma nell' interesse di tutti i Paesi del mondo, Stati Uniti compresi.

Funzionale a questa esigenza è il rinnova­mento dei suoi organismi, a cominciare dal Consiglio di Sicurezza che, figlio degli equilibri usciti nell'immediato secondo dopoguerra, attualmente vede godere del diritto di veto cinque Stati (Stati Uniti, Rus­sia, Cina, Gran Bretagna, Francia) che non sono più i rappresentanti esclusivi di una si­tuazione di eccellenza, perché nuove real­tà, come ad esempio il Brasile, l'India, la Germania, il Giappone, la stessa Italia, s'impongono nello scenario politico-eco­nomico mondiale e rivendicano un mag­giore prestigio nell'ambito delle Nazioni Unite.

Ma è lo stesso concetto di diritto di veto, riservato come un privilegio alle grandi potenze, ad essere fuori tempo, poi­ché contraddice il principio fondamentale della parità dei membri dell'ONU, come viene stabilito nella Carta istitutiva dell' or­ganismo stesso.