L'oltretomba: Saggio breve sulle considerazioni relative alla mortalità e concezione dell'oltretomba nella letteratura (1 pagine formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da sofiasmile

Nel corso dei secoli e addirittura dei millenni sono state proposte differenti immagini relative alla concezione della morte e all’aldilà. Ogni popolo, ogni gruppo etnico, ogni epoca è stata caratterizzata da una particolare credenza in merito a questo argomento. E’ attestato che fin da 100 mila anni fa l’uomo della preistoria praticava il culto dei morti. Già con l’uomo di Neandertal i morti erano sepolti in fosse scavate all’interno di caverne. L’usanza di collocare oggetti accanto ai defunti divenne sempre più frequente verso la fine del Paleolitico e rappresenta una prova della devozione dell’uomo nei riguardi dei suoi simili e per il loro benessere nell’aldilà, e della convinzione in una vita ultraterrena. Nel Neolitico le comunità si fondavano sull’agricoltura e il supporto dell’esistenza e del benessere divenne dunque la terra con i suoi cicli. Dall’osservazione di tali manifestazioni naturali ne conseguì il concetto di un ciclo nascita-morte-rinascita. E come non prendere in considerazione il culto dei morti e i riti di sepoltura dell’antico Egitto?... Continua »

vedi tutti gli appunti di italiano »
Carica un appunto Home Appunti