Controllo utente in corso...

I pastori, G. D'Annunzio: Analisi e commento della poesia d'annunziana (1 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da boomkiss

I pastori è la poesia meritatamente più conosciuta. In essa troviamo l’amore per la terra d’origine; ammirazione di un’esistenza semplice e primitiva, nella cornice di una natura incontaminata; consenso alle tradizioni antiche. Con questi elementi la lirica costruisce una contemplazione ampia e silenziosa, fatta di gesti assorti e di una musica lenta e suggestiva. Settembre, andiamo. E’ tempo di migrare. Ora in terra d’Abruzzi i miei pastori lascian gli stazzi e vanno verso il mare: scendono all’Adriatico selvaggio che verde è come i pascoli dei monti. Han bevuto profondamente ai fonti alpestri, che sapor d’acqua natìa rimanga ne’ cuori esuli a conforto, che lungo illuda la lor sete in via. Rinnovato hanno verga d’avellano... Continua »

vedi tutti gli appunti di italiano »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.0797600746155 secondi