Controllo utente in corso...

Lo straniero: Saggio breve svolto sulla figura dello straniero (2 pagine formato pdf)

VOTO: 6 Appunto inviato da melissapuleio94

Introduzione: si definisce straniero colui che per scelta o per altri motivi si trova in un paese diverso dal proprio, e si ritrova ad integrarsi con i cittadini e con le istituzioni dello Stato che lo accoglie.
Problema: Fin dai tempi più remoti, l'uomo ha avuto una percezione diversa dello straniero a seconda del contesto sociale, civile e geografico.
Tesi: Ma il più delle volte egli viene visto in maniera negativa, e viene etichettato come “diverso”, qualcuno da cui guardarsi bene, qualcuno di cui non ci si può fidare.
La figura solitaria e negativa dello straniero è stato spesso motivo di interesse da parte di artisti e letterati che hanno ornato le loro opere prendendo come soggetto proprio lo straniero.



Uno degli esempi più significativi di come lo straniero spesso sia vittima di infondati pregiudizi è riscontrabile in uno dei capolavori della letteratura italiana, I Promessi Sposi.
“Viso che esprimeva terrore, odio, impazienza e malizia con cert'occhi stravolti che volevano insieme guardar lui, e guardar lontano, spalancando la bocca come in atto di gridare a più non posso, ma rattenendo anche il respiro, alzando due braccia scarne, allungando e ritirando due mani grinzose e piegate a guisa d'artigli”. (Manzoni Alessandro, I Promessi Sposi, capitolo XXXIV)
Con questa reazione, chiaramente esagerata, della donna che nota Renzo, straniero, andare per le vie della città e che lo indica immediatamente come untore, figura negativa, è evidente come la paura e la violenza si fondano insieme.


Continua »

vedi tutti gli appunti di italiano »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.144009113312 secondi