Tema sugli Inni Sacri di Alessandro Manzoni

Appunto inviato da ale631a Voto 6

tema svolto sugli inni sacri di Alessandro Manzoni, descrizione dell'opera, composizione e analisi (2 pagine formato doc)

TEMA SUGLI INNI SACRI DI ALESSANDRO MANZONI

Tema. Gli Inni Sacri di Alessandro Manzoni . Gli Inni Sacri rappresentano una sequenza di poemetti di vario genere scritti dallo scrittore milanese Alessandro Manzoni. Questi poemetti sono stati composti per lo più a carattere religioso. Manzoni infatti con questa opera ha la necessità di far conoscere a tutti i suoi lettori la sua religiosità e la sua devozione nei confronti del suo culto religioso.    
L’idea da cui partì il Manzoni era di comporre dodici differenti poemetti come tema  principale la religione e raggrupparli insieme in un grande ed unico poema. Egli però compose solamente i primi quattro: La Resurrezione, il nome di Maria, La Passione ed il Natale.    

Inni Sacri e Tragedie di Manzoni: tema svolto


INNI SACRI IL NATALE

Solo successivamente venne composto il poema dal titolo Pentecoste che venne unito ai quattro composti in precedenza. Il motivo per cui l’opera come era stata pensata non venne compiuta fu per le complessità e problematicità numerose che l’autore dovette affrontare per elaborare questi poemi. Le complessità erano prettamente legate allo stile e alla forma da utilizzare per comporre questi temi.
Questo insieme di poemetti può essere considerato un punto saliente della vita personale e privata del Manzoni, infatti, la creazione di queste opere letterarie può essere collocata nel periodo della conversione dell’autore.

Inni Sacri di Alessandro Manzoni: riassunto


INNI SACRI PENTECOSTE

Subito dopo la conversione egli sentì la necessità di comporre una sequenza di dodici poemi che avevano come unico tema centrale la religione, una pura e delicata devozione verso il Cristianesimo.    
Momento fondamentale della sua esistenza, momento in cui si riavvicina alla fede e alla religione, mentre prima viveva una certa indifferenza verso la religione, una certa avversione.    
La Pentecoste, composta per ultima circa verso l’anno 1822, può comunque essere considerata come l’opera cardine rispetto a tutti  e quattro gli altri poemi, nonostante sia stato scritto per ultimo e può essere considerata anche l’opera più matura tra tutte le altre scritte in precedenza. Esso descrive con maggiore enfasi la profondità della religione e descrivendo al meglio la diversità e la sempre presente contrapposizione tra oppressi ed oppressori che possiamo ritrovare anche nel romanzo più famoso da lui composto dei I Promessi Sposi.     

 

Inni Sacri di Manzoni: analisi della Pentecoste