Viaggio di Ulisse, Dante e Manzoni

Appunto inviato da andrea87albo Voto 3

tema del viaggio attraverso la letteratura: Ulisse, Dante e Manzoni (2 pagine formato doc)

VIAGGIO DI ULISSE, DANTE E MANZONI

Il viaggio attraverso la letteratura (Ulisse, Dante, Manzoni). Il motivo del viaggio e del viaggiatore è sempre stato al centro della letteratura, sia classica che moderna e contemporanea, specialmente, ma non solo, sotto la forma del mito di Ulisse. Il viaggio è una delle metafore più presenti nell’immaginario collettivo occidentale: la vita viene intesa come un “cammino” o un “pellegrinaggio”, la morte come un “Trapasso”, i momenti decisivi della vita in società come “riti di passaggio” e così via.
Il viaggio, un vero e proprio topos letterario, ci accompagna attraverso i secoli fornendoci una percezione concreta del succedersi delle civiltà, pur conservando il suo principale significato di conquista/catarsi attraverso il superamento di prove ai limiti dell'impossibile.

Viaggio di Dante e Ulisse nell'oltretomba: saggio breve


ULTIMO VIAGGIO DI ULISSE E DANTE

L’Odissea è l’opera che riassume i significati concreti e simbolici legati al tema del viaggio. Il viaggio di Ulisse è un viaggio di ritorno, dalla guerra  di Troia alla sua nativa Itaca, la patria abbandonata e ritrovata insieme alla moglie Penelope e al figlio Telemaco. Quindi il viaggio può essere considerato inizialmente nella sua circolarità  (partenza, percorso, arrivo e recupero), dove emerge soprattutto la finalità del raggiungimento di uno scopo (la ricongiunzione, la riconquista definitiva della stabilità attorno ai valori originari).
Ma è evidente che la vicenda di Ulisse non può consistere solo nell'approdo al porto finale, ma piuttosto nel superamento di mille pericoli, ostacoli e prove. Il viaggio diventa uno stimolo naturale alla ricerca continua di qualcosa di nuovo, una perenne sfida al confronto.

La figura di Ulisse per Dante: riassunto


DIFFERENZA VIAGGIO ULISSE E DANTE

Ma l'Odissea rivela anche  un'interessante varietà di atteggiamenti nel carattere del viaggiatore Ulisse: la tenacia nel sopportare le avversità naturali, l'astuzia nell'aggirare pericolosi imprevisti, la temerarietà nel varcare la sfera del conoscibile, l'eroismo ed il coraggio fisico, il gusto del rischio e dell'avventura.Ulisse nel Mondo classico rappresenta quindi la figura del viaggiatore antico, l’eroe, l’uomo coraggioso, in grado di affrontare spostamenti faticosi e sorprendenti, incontri magici e soprannaturali. Attraverso il viaggio Ulisse afferma la propria autonomia in opposizione ad ogni disegno, umano o divino, che possa ostacolare la libertà e il desiderio di conoscenza.

Il viaggio nell'oltretomba: tesina di italiano


ULISSE DANTE INFERNO

Il tema del viaggio di ripropone anche nella letteratura italiana: il poeta itinerante per eccellenza è sicuramente Dante Alighieri che nella “Divina Commedia” attraversò i tre regni dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso. Le motivazioni che spinsero il poeta ad intraprendere il suo viaggio, seppur letterario, non sono state sicuramente il desiderio di conoscere la realtà ultraterrena, come invece aveva fatto Ulisse che, condannato da Dante, verrà inserito nell’ottava bolgia dell’Inferno fra i fraudolenti. Il cammino di Dante è ben più vicino a quello intrapreso da Enea, spinto ad intraprendere il suo viaggio per volontà divina.