“Un senso per l’universo” di Steven Hawking

Appunto inviato da andytgl Voto 7

Analisi del testo “Un senso per l’universo”, S. Hawking (2 pagine formato pdf)

Comprensione del testo
Stephen Hawking ne “Un senso per l’universo” riflette sull’origine dell’universo, sulle leggi che lo governano, 
sulla natura di Dio e sul compito della scienza nell’indagine sulla natura dell’esistenza. Hawking, in particolare, 
si sofferma a riflettere sulla dicotomia nell’indagine escatologica e della genesi dell’universo, osservando come 
la scienza si limiti a spiegare “come funziona” mentre sia compito della filosofia spiegare il “perché c’è il 
funzionamento”.


Hawking conclude parlando del grande divario creatosi tra l’avanzamento del sapere 
scientifico e quello filosofico, ritenendo oggigiorno la filosofia utile come strumento divulgativo ed esplicativo 
delle nuove teorie scientifiche.


Analisi del testo
1.
• Il ruolo di Dio nella creazione dell’universo e delle sue leggi.
• Indagine sull’universo: la costruzione di modelli matematici secondo l’approccio tradizionale della 
scienza.
  
• Dicotomia scienziati-filosofi: la scienza spiega “come”, i filosofi dovrebbero spiegare “perché”.
• Necessità di trovare un linguaggio chiaro e comprensibile per rendere tutti partecipi alla discussione 
sull’indagine dell’esistenza umana e dell’universo.