La dolce vita: trama e significato

Appunto inviato da vascoaddicted Voto 6

Trama e significato del film "La dolce vita" di Federico Fellini (3 pagine formato )

LA DOLCE VITA: TRAMA E SIGNIFICATO

La dolce vita. “La dolce vita” è un film del 1960, diretto da Federico Fellini. È ambientato principalmente a Roma.
Questo film è diviso in diverse scene, dove il protagonista principale è sempre Marcello (interpretato da Marcello Mastroianni), un giornalista che si occupa principalmente di fatti scandalistici, la cui vera aspirazione è diventare uno scrittore.
In ciascuna di queste scene, Marcello assume sempre il ruolo del giornalista-paparazzo, attratto dalla bella vita, dall’aristocrazia e dalle belle donne.
Il film si apre con una scena caratterizzata da due elicotteri che sorvolano Roma, il primo trasporta una statua diretta al Vaticano, il secondo trasporta Marcello e Paparazzo, che fotografano tutta la gente, soprattutto aristocratici, che stanno ammirando la statua di Cristo, e tra una foto e l’altra il giornalista ne approfitta per chiedere il numero a delle ragazze dell’alta borghesia che si trovano su un attico.

La dolce vita: tesina di maturità

LA DOLCE VITA: SIGNIFICATO

Marcello staziona ogni sera fuori dai locali della famosa via Vittorio Veneto, meta ambita principalmente da personaggio dello spettacolo e ricchi borghesi, alla ricerca di uno scandalo o un pettegolezzo su cui lavorare.
I vari episodi di questo film, non sono strettamente correlati narrativamente tra di loro, ma cercano di creare un’immagine della Roma a cavallo tra gli anni ’50 e gli anni 60’, mostrando si le diverse realtà.
In questi episodi, infatti, Marcello attraversa i più vari ambienti, dal night frequentato da prostitute e ballerine, al castello di una ricca famiglia.
Il secondo episodio si svolge in un famoso locale, e Marcello si trova li per ottenere uno scoop su una famiglia reale che sta cenando li. Il giornalista corrompe una cameriere facendosi dire cosa hanno mangiato e bevuto. Il giornalista viene poi riconosciuto da un ricco borghese che lo accusa di rovinare le loro vite con i suoi articoli scandalistici. La scena del ristorante si conclude poi con Maddalena, una bella donna che viene accompagnata fuori dal locale da Marcello, e i due si avventurano in un giro senza meta per Roma, finchè incontrano una prostituta che li invita a bere un caffè  casa sua. Mentre questa prepara il caffè, Marcello e Maddalena si appartano nella camera da letto. Il mattino seguente i due abbandonano la casa della prostituta, lasciandole una cospicua somma di denaro in cambio dell’ospitalità.

La dolce vita di Fellini: recensione

LA DOLCE VITA: TRAMA DEL FILM

Nel frattempo Emma, la fidanzata di Marcello, donna gelosa e frustrata dal comportamento da donnaiolo di quest’ultimo, esasperata dai comportamenti del giornalista, prende un’eccessiva dose di farmaci andando in over-dose, finchè Marcello arriva e la porta in ospedale.
Il terzo episodio è caratterizzato dall’arrivo di Sylvia (interpretata da Anita Ekberg), una prorompente e famosa attrice che viene accolta da una miriade di paparazzi al suo arrivo in aeroporto.
La sera l’attrice è in un locale a festeggiare, finchè non decide di andarsene dopo un litigio con il fidanzato.
Marcello la segue. Assistiamo poi al celebre bagno dell’attrice nella fontana di Trevi, la scena più famosa del film.