Cos'è la globalizzazione: tesina

Appunto inviato da ng3 Voto 8

Tesina sulla globalizzazione: definizione, storia, ruolo delle multinazionali, "Genova 2001: protesta no global" e aspetti positivi e negativi della globalizzazione (8 pagine formato doc)

COS'E' LA GLOBALIZZAZIONE: TESINA

Tesina: Che cos'è la globalizzazione? Con il termine globalizzazione si identifica un processo economico e produttivo per la realizzazione di beni di consumo, avvalendosi di stabilimenti dislocati in diversi paesi del mondo. Tutto ciò richiede un'avanzata tecnologia ed un'elevatissima integrazione. Quindi la globalizzazione è l'estensione a livello planetario di un modello unico di cultura, pensiero ed economia. In campo economico rappresenta la globalizzazione finanziaria, ovvero, l'esistenza di un mercato globale dei capitali, sta anche ad indicare le nuove forme assunte nel mondo dal processo di accumulazione di capitali.

Tesina sulla globalizzazione e l'avvento di internet


GLOBALIZZAZIONE: DEFINIZIONE SEMPLICE

In campo culturale indica la diffusione di una mentalità individualista che rompa la struttura usuale della società. Analizzando la globalizzazione ed il suo rapporto con gli stati è essenziale considerare che economia, politica, cultura e società sono assolutamente interdipendenti e l'evoluzione di uno di questi comporta la trasformazione degli altri. I processi di globalizzazione si muovono tra locale e globale, in uno spazio definito “villaggio globale”, per descrivere la situazione contraddittoria in cui viviamo. Questi due termini si contraddicono a vicenda: il villaggio esprime qualcosa di piccolo, mentre globale sta a significare l'intero pianeta.

La globalizzazione: tesina di terza media


ASPETTI POSITIVI E NEGATIVI DELLA GLOBALIZZAZIONE E STORIA

La globalizzazione affonda le sue radici nel passato, attorno al XVI secolo, epoca di maturazione del capitalismo e dell'espansione dell'economia europea fra il XVIII e il XIX secolo. La rivoluzione industriale,  grazie al trionfo capitalistico e ad una larga industrializzazione, si è estesa ai maggiori stati europei e nordamericani ; conquistando il mercato internazionale. Tra la fine dell’  800, inizio ‘900 il bisogno di materie prime e un imminente seconda rivoluzione industriale , indussero i paesi industrializzati a colonizzare quelli meno sviluppati . Si colloca proprio in questa fase la nascita delle multinazionali.  
Le due guerre mondiali del ‘900 e il contrapporsi dei sistemi socialista e capitalista rispettivamente di U.R.S.S. e U.S.A. determinarono una lotta serrata per l’egemonia economica. Dopo la seconda guerra mondiale si assistette ad un veloce processo di avanzamento del mercato globale dovuto alla forte ripresa europea, alla liberalizzazione degli scambi e  all’affacciarsi sulla scena economica del Giappone. Oggi, nel pieno del processo, con la caduta del blocco sovietico, le aree più forti si concentrano negli U.S.A. , nell’ U.E. e in Giappone, mentre il terzo mondo si trova in una situazione di assoluto sfruttamento.