Ungaretti e la Grande guerra: tesina

Appunto inviato da mareblu92 Voto 5

Tesina multidisciplinare sui seguenti argomenti: Ungaretti e la Grande guerra (39 pagine formato pps)

UNGARETTI E LA GRANDE GUERRA: TESINA

Giuseppe Ungaretti e la Grande guerra. Il piace, La trincea, La poesia.
Le date della grande guerra:
1914:
Gli Stati Maggiori degli eserciti avevano studiato una strategia che prevedeva la guerra di movimento.
La Germania attaccò per prima. sorprendendo Belgio e Lussemburgo (stati neutrali, )penetrò profondamente nel territorio francese.
I francesi contrattaccarono e respinsero i tedeschi dopo durissime battaglie sul fiume Marna.
Con la battaglia della Marna termina la guerra di movimento e comincia la guerra di posizione lungo tutto il fronte occidentale.
1915:
26 aprile 1915 - Patto di Londra
L’Italia, che vuole conquistare le zone culturalmente italiane sotto il controllo austriaco, entra in guerra contro gli imperi Centrali
Si apre così un nuovo fronte: quello austro-italiano guidato da Luigi Cadorna.

Giuseppe Ungaretti: poetica e pensiero

UNGARETTI E LA PRIMA GUERRA MONDIALE: TESINA

1916:
A Verdun, i francesi a caro prezzo riescono a difendersi da un terribile attacco tedesco.
Poco dopo furono gli inglesi a tentare un attacco sulla Somme. Ma anche in questo caso senza successo.
1917:
Il 1917 è l’anno decisivo per la guerra.
Sul fronte orientale i russi, a ottobre in preda ad una rivoluzione, abbandonano la guerra.
Il trattato di Brest-Litovosk costringe la Russia a cedere vasti territori:
La Polonia e i paesi baltici.
Ucraina: stato indipendente.
Sul fronte occidentale,
il 1917 segna l’entrata in scena degli USA nella guerra.
Sul fronte italo-austriaco, gli austriaci il 24 ottobre appoggiati dai tedeschi sfondano le linee italiane a Caporetto (Slovenia).
Armando Diaz sostituisce Cadorna e sistema la linea di difesa sul fiume Piave.

Ermetismo e Giuseppe Ungaretti: riassunto

UNGARETTI PENSIERO SULLA GUERRA

1918:
Sul fronte occidentale, gli anglo-francesi, forti del sostegno americano, sfondano le linee tedesche. Battaglie: (Marna – Amiens)
Sul fronte italo-austriaco, il 29 ottobre gli italiani nella battaglia di Vittorio Veneto sconfiggono gli austriaci.
Austria - Ungheria e Germania firmano l’armistizio il 3 e l’11 novembre 1918.
Che cos’è una trincea - La trincea è un fossato scavato nel terreno per mettere i soldati al riparo dal fuoco nemico.
Tutta la zona del fronte fu ricoperta da trincee su due o più linee collegate tra loro.
Come si vive in trincea - Il rifornimento di acqua potabile veniva fatto solo di nottte con la distribuzione di viveri caldi.
Non dovevano essere sprecate munizioni. I soldati vivevano in condizioni igieniche molto precarie.
L’avversione alla guerra portava dell’autolesionismo; meno frequenti erano i casi di ribellione colletttiva.