Immaginazione e realtà: tesina per liceo

Appunto inviato da martinabriguglio Voto 8

Tesina di maturità per liceo sul rapporto tra immaginazione e realtà (11 pagine formato doc)

IMMAGINAZIONE E REALTA': TESINA PER LICEO

Esame di Stato
Liceo/Istituto
Immaginazione e realtà
INDICE
INTRODUZIONE
CAPITOLO 1
L’IMMAGINAZIONE LEOPARDIANA
CAPITOLO 2
LA FUNZIONE DELL’IMMAGINAZIONE IN COMTE
CAPITOLO 3
SIGNORI BAMBINI DI DANIEL PENNAC
CAPITOLO 4
L’IMMAGINAZIONE DI MAURIZIO FERRARIS
CONCLUSIONE
BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA

Tesina maturità sulla distorsione della realtà

 

TESINA SUL POTERE DELL'IMMAGINAZIONE

INTRODUZIONE. Un tema molto importante nella storia della letteratura e soprattutto della filosofia è stato il rapporto tra immaginazione e realtà. Esse sono sempre state in contrasto tra loro: prevaleva sempre una delle due sull’altra. Riepilogare tutta la storia di queste due opposte facoltà sarebbe un lavoro lungo, quindi io ho selezionato principalmente due autori che parlano di ciò e che risultano rilevanti nel corso della storia, il filosofo positivista Auguste Comte e il poeta romantico Giacomo Leopardi. Essi rappresentano una svolta decisiva tra il loro passato e ciò che li seguirà e nello stesso tempo anche un’eccezione nel periodo in cui vivevano. Inoltre presento il testo di un filosofo contemporaneo, Maurizio Ferraris, il quale ripercorre in modo sintetico il cambiamento del concetto d’immaginazione nel tempo a partire dalla sua nascita. Di ciò che egli scrive non vi proporrò tutto, ma solo alcuni pensieri sull’imaginatio più significativi e concreti. Infine propongo anche un romanzo piacevole e moderno che tratta della relazione tra le due facoltà quali chiavi d’interpretazione della vita.

Apparenza e realtà: tesina multidisciplinare

 

TESINA SULL'IMMAGINAZIONE E FANTASIA

Ho trascritto anche alcune citazioni che ho ritenuto significative tratte da alcuni personaggi importanti dal passato più lontano a quello più vicino.
1.    “L'immaginazione è una qualità che è stata concessa all'uomo per compensarlo di ciò che egli non è, mentre il senso dell'umorismo gli è stato dato per consolarlo di quel ch'egli è.”  di OSCAR WILDE
2.    “Ogni realtà è un inganno.”  di LUIGI PIRANDELLO
CAPITOLO 1
L’IMMAGINAZIONE LEOPARDIANA
“L'immaginazione […] è il primo fonte della felicità umana.” : questo è l’apice della riflessione di Leopardi. Egli esprime il suo pensiero riguardo a questa miracolosa facoltà umana proprio nello Zibaldone. All’infinita infelicità alla quale l’uomo deve sopravvivere durante la sua vita, Leopardi dà come efficace cura l’immaginazione. “Un mondo astratto è la natura nella quale impiantiamo la nostra forza di rinnovamento ideale. Un mondo astratto che l’immaginazione rende concreto.” scrive Antonio Negri nella Lenta Ginestra. Saggio sull'ontologia di Giacomo Leopardi, Un mondo astratto che, pur essendo tale, riesce a coprire la brutalità di quello reale e a tramutare ogni attimo “immaginato” in un momento di felicità.

Tesina di maturità sull'illusione

 

TESINA IMMAGINAZIONE LICEO LINGUISTICO

Perché esistono solo momenti di felicità: questa non è infinita, è costituita da istanti, istanti che solo grazie all’imago divengono positivi per l’uomo. È tramite l’imago che il mondo acquista valore perché “L’immaginazione è il valore, senza immaginazione non v’è valore.” . E l’immaginazione è il prodotto per eccellenza dell’attività umana: sfrutta il dolore per trasformarlo in desiderio, desiderio di felicità, felicità che non è quindi prodotta dalla conoscenza, come molti filosofi avevano pensato prima di allora, ma dall’imago. La conoscenza, concepita come ragione, in Leopardi è, infatti, qualcosa di assolutamente negativo: non solo non crea dei vantaggi all’uomo, bensì ostacola il suo cammino verso la felicità, che è il fine dell’essere umano. Chi meno conosce, il fanciullo ad esempio, è più libero d’immaginare.