Tesina sull'inquinamento e definizione

Appunto inviato da solmaio Voto 6

Tesina di scienze sull'inquinamento: definizione e cause dell'inquinamento ambientale, dell'inquinamento atmosferico e dell'inquinamento dell'acqua (13 pagine formato doc)

TESINA SULL'INQUINAMENTO E DEFINIZIONE

L’inquinamento è la contaminazione dell'aria, dell'acqua e del suolo con sostanze e materiali dannosi per la salute dell'uomo e dell'ambiente e capaci di interferire con i naturali meccanismi di funzionamento degli ecosistemi o di compromettere la qualità della vita. Ci sono vari tipi di inquinamento,i primi tre che si ricordano sono:l’effetto serra,il cosidetto “buco” nell’ozono,e le piogge acide.
Iniziamo con il parlare dell’EFFETTO SERRA:  questo fenomeno climatico  consiste nel riscaldamento degli strati inferiori dell’atmosfera per effetto della schermatura offerta da alcuni gas in essa contenuti. Questi ultimi, detti comunemente gas-serra, risultano trasparenti alle radiazioni di lunghezza d'onda relativamente piccola e opachi a lunghezze d’onda maggiori; il loro comportamento fa sì che le radiazioni a breve lunghezza d’onda provenienti dal Sole attraversino con facilità l’atmosfera e riescano a raggiungere la superficie terrestre, che in parte le riflette, in parte le assorbe.

L'inquinamento atmosferico: riassunto


L'INQUINAMENTO AMBIENTALE

La frazione di radiazione assorbita dalla Terra viene restituita sotto forma di raggi infrarossi a lunghezza d’onda maggiore, che non si disperdono, ma rimangono intrappolati negli strati inferiori dell’atmosfera, in quanto assorbiti dai gas-serra. L’assorbimento dei raggi infrarossi provoca un naturale innalzamento della temperatura dell’aria e della superficie terrestre: mentre in assenza di atmosfera la temperatura media del pianeta sarebbe di circa -18 °C, grazie all’effetto serra naturale è di circa 15 °C. I principali gas-serra naturalmente presenti in atmosfera sono l’anidride carbonica (che da sola contribuisce al 50% dell’effetto serra), il metano, gli ossidi di azoto, gli idrocarburi alogenati e l’ozono.  

L'inquinamento ambientale: tema svolto


L'INQUINAMENTO ATMOSFERICO

Poi c’è quello che è stato denominato “BUCO NELL’OZONO”:  il progressivo danneggiamento dell'ozonosfera, lo strato di atmosfera contenente una concentrazione di ozono relativamente alta, che protegge la Terra dai nocivi raggi ultravioletti del Sole;questo è stato rilevato a partire dagli anni Settanta & Ottanta. È stato dimostrato che l’origine di questi danni all’ozonosfera va ricercata nelle proprietà di alcune sostanze chimiche industriali (i clorofluorocarburi o CFC, composti del cloro e del fluoro) utilizzate su vasta scala come refrigeranti per frigoriferi e condizionatori d'aria, propellenti per bombolette spray e altri prodotti industriali. Sotto l'azione dei raggi ultravioletti, i CFC liberano atomi di cloro che attaccano l'ozono e, sottraendo uno dei tre atomi di ossigeno di cui è composta la molecola di questo gas, danno luogo alla formazione di monossido di cloro.

Tema sull'inquinamento


L'INQUINAMENTO DELL'ACQUA

Le molecole di monossido di cloro tornano, quindi, a reagire formando molecole di ossigeno e liberando atomi di cloro che vanno a degradare altre molecole di ozono.Inizialmente si era pensato che lo strato di ozono si stesse assottigliando in eguale misura in ogni parte del globo. Nel 1985, invece, le ricerche rivelarono che il fenomeno era particolarmente grave in corrispondenza del continente Antartico: più del 50% dell'ozono andava regolarmente distrutto in un ciclo annuale che aveva inizio nel mese di ottobre. A causa del deterioramento dell'ozonosfera, gli organismi viventi rischiano di essere esposti a dosi sempre maggiori di raggi ultravioletti. Nell'uomo ciò potrebbe provocare un sensibile aumento di casi di cancro della pelle nonché una riduzione della risposta immunitaria. Inoltre, queste radiazioni rischiano di influire negativamente sul processo fotosintetico delle piante e sulla crescita del fitoplancton negli oceani.