Tesina maturità motore Wankel

Appunto inviato da glenda99 Voto 7

Tesina maturità sul motore Wankel per itis: caratteristiche tecniche, storia e funzionamento del motore Wankel (18 pagine formato doc)

TESINA MATURITA' MOTORE WANKEL

Istituto Tecnico Industriale Statale “Ettore Majorana”
Tesina: MOTORE WANKEL
INDICE
Capitolo 1: introduzione
Capitolo 2: storia motore wankel
Capitolo 3: motivi che spinsero alla creazione del wankel
Capitolo 4: debolezze del wankel
Capitolo 5: schema costruttivo di base
Capitolo 6: caratteristiche delle fasi
6.1 aspirazione
6.2 compressione
6.3 combustione
6.4 scarico

Tesina maturità su Enzo Ferrari e la Formula 1

 

COLLEGAMENTI TESINA MATURITA' MECCANICA

Capitolo 7: fasi del ciclo
Capitolo 8: ciclo reale e ideale
Capitolo 9:  cilindrata e rendimento
Capitolo 10: problemi della camera di combustione
Capitolo 11: vantagi e svantaggi                      
11.1 vantaggi
11.2 svantaggi
Capitolo 12: wankel aereonautico
Capitolo 13: motore wankel renesis
Capitolo 14: conclusioni
Capitolo 1

Tesina di fisica sul motore dell'automobile: funzionamento

 

TESINA MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA: INTRODUZIONE

Il motivo principale che mi ha spinto ad analizzare la tematica del motore Wankel è, a mio avviso lo scarso sviluppo e ricerca   che si è fatto su questa tipologia di motore. Secondo il mio parere, bisognava  insistere ancora di più nella ricerca e nello sviluppo su questo tipo di motore. Diversi ingegneri meccanici si sono cimentati in questo progetto e sono riusciti a trovare le soluzioni alla maggior parte dei problemi migliorando                notevolmente l’efficienza.  Questo tipo di motore da sempre  è stato afflitto da un  grosso problema: le elevate emissioni e consumi, che ne ha determinato l’uscita di scena dal mercato nel 2012. Infatti, dal 2010 l’unione europea ha fissato nuovi limiti all’ emissioni inquinanti con le normative euro5 e euro6 che, questo motore a causa della sua formazione, non riesce a rispettare. La soluzione per risolvere definitivamente questo problema è molto facile a dirsi ma, difficile ad attuare. Infatti, basterebbe semplicemente sostituire i carburanti tradizionali con l’idrogeno. Con questa soluzione ci ha provato la Mazda con la RX8 Hydrogen ma con pochi successi per via della scarsa diffusione di questo combustibile. Questo motore risolverebbe tutti i problemi di un motore normale alternativo, basta solo usare l’idrogeno che a mio avviso sarà il carburante del futuro insieme al motore Wankel.


Nascita e sviluppo del motore a scoppio: tesina

 

IL MOTORE WANKEL: LA STORIA

Capitolo 2
STORIA MOTORE WANKEL
Nel 2012 la fine della produzione della Mazda RX8 mette anche fine all’era del motore rotativo Wankel. Il motore Wankel per quanto era rivoluzionario e futuristico uscì di scena per colpa delle sue elevate emissioni nocive. Il motore Wankel fu inventato da un ingegnere tedesco Felix Wankel è sviluppato inizialmente dalla NSU che produsse varie auto a motore rotativo e la più celebre è la Ro80 che ha quasi mandato in bancarotta la Casa produttrice a causa dei costi che la garanzia del motore comportava. Il Wankel, infatti, fin dall’inizio aveva un problema che non è mai stato risolto: la tenuta tra il rotore e la camera. Con la scomparsa della NSU la Mazda continuò a produrre il Wankel perché aveva la licenza per farlo. La casa giapponese ha prodotto una serie di auto che montavano il Wankel (di solito a 2 rotori) sfruttandone l’enorme erogazione di potenza: perfino la 787B vincitrice a Le Mans nel 1991 era mosso da un motore rotativo con 4 rotori e aveva una potenza che superava i 1100cv facendola diventare l’auto a motore Wankel più potente che sia mai costruita.