Il sentiero dei nidi di ragno: tesina svolta

Appunto inviato da Voto 9

percorso multidisciplianare per la maturità sull'argomento principale dell'opera di Calvino "Il sentiero dei nidi di ragno". Gli argomenti trattati sono: il contesto storico del romanzo, ossia il Risorgimento, l'aspetto giuridico: la Costituzione e la Costituzione dell'Italia repubblicana, il contesto letterario: il Neorealismo, Italo Calvino e trama del romanzo (11 pagine formato doc)

IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO: TESINA SVOLTA

Indice degli argomenti:
Il contesto storico: il Risorgimento.
L’aspetto giuridico: la Costituente e la Costituzione dell’Italia repubblicana.
Il contesto letterario: il neorealismo.
Autore del romanzo: Italo Calvino.
Trama del romanzo Il sentiero dei nidi di ragno
Il contesto storico - Per delineare il contesto storico, che è quello della Resistenza, dobbiamo partire dagli ultimi anni della seconda guerra mondiale. Sappiamo infatti che già a partire dal ’42-’43 le potenze dell’Intesa riescono a ribaltare le sorti della guerra conseguendo una serie di significativi successi: gli americani riorganizzatisi dopo l’attacco a sorpresa di Pearl Harbour iniziano un’efficace opposizione all’azione giapponese nel Pacifico, a Belgrado  l’esercito tedesco viene respinto dopo mesi di assedio e anche in Africa le potenze dell’intesa respingono gli italo-tedeschi che devono rinunciare all’Egitto e si ritirano fino a tornare nelle postazioni iniziali in Tunisia.
A questo punto tocca all’Italia: gli alleati avevano infatti stabilito nella conferenza di Casablanca che chiuso il fronte africano avrebbero liberato l’Italia. Gli alleati sbarcano in Sicilia nel il 10 luglio del ’43 e la occupano senza difficoltà.

Italo Calvino: riassunto della biografia e opere


ITALO CALVINO, IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO TESINA

Il regime fascista è già in declino. Le maggiori cause della crisi e poi della fine del fascismo in Italia sono:
la politica economica infelice, in cui ogni successo era fatto a spese della popolazione o di altri gruppi imprenditoriali e inoltre negli ultimi anni le politiche autarchiche fallirono miseramente con la conseguenza che al peggioramento delle condizioni del popolo e di talune classi di imprenditori non corrispose nessun successo economico;
l’alleanza con la Germania, nemico di sempre, che fu il principale ostacolo nel Risorgimento e che tante perdite provocò al nostro Paese nella lotta per l’unità e l’indipendenza;
l’orientamento bellicoso e imperialistico del regime che non coincideva con il sentire pacifista della maggior parte della popolazione;
le leggi razziali di discriminazione di massa nei confronti degli ebrei, che anche se furono precedute da un’ampia campagna di informazione non furono affatto accettate dalla maggior parte della popolazione e dalla Chiesa;
i giovani, che avevano appoggiato il regime guerriero e imperialistico, quando con la guerra mondiale si trovarono a farsi massacrare in nome di quegli ideali di imperialismo e di potenza, cambiarono alla svelta la loro idea.

Il sentiero dei nidi di ragno: riassunto


TESINA MATURITA': IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO

Il re ha quindi buon gioco nell’allearsi con i partiti democratici e repubblicani per portare l’Italia fuori dalla guerra facendo cadere il regime fascista, è quella che viene chiamata “congiura monarchica”. Prendendo a pretesto il Gran Consiglio del Fascismo del 25 luglio ’43 in cui Mussolini viene messo in minoranza e viene chiesto al re di riprendere il controllo delle forze armate, questi convoca Mussolini e lo invita a rassegnare le dimissioni. A capo del governo è nominato il maresciallo Badoglio. La caduta di Mussolini viene accolta con esultanza dalla popolazione. Badoglio formalmente continua l’azione di Mussolini, ma in segreto inizia le trattative per l’armistizio che viene reso noto solo l’8 settembre ‘43. I tedeschi si sentono traditi, discendono in Italia e procedono a rastrellamenti ed esecuzioni sommarie.

 

Il sentiero dei nidi di ragno: recensione libro