L'illusione tra realtà e apparenza: tesina di maturità

Appunto inviato da annasamba Voto 6

Tesina multidisciplinare per la maturità sull'illusione tra realtà e apparenza: gli autori coinvolti nel percorso sono Pirandello, Schopenhauer, Baudelaire, Unamuno e Wilde (8 pagine formato pps)

L'ILLUSIONE TRA REALTA' E APPARENZA: TESINA DI MATURITA'

In accordo al pensiero pirandelliano, una riflessione attorno al tema della realtà e dell'apparenza
Ci sono molte cose che ci appaiono diverse da come lo sono in realtà. L’apparire di “qualcosa” dipende non solo dalle sue caratteristiche ma anche da quelle del soggetto a cui questa si mostra; perciò ognuno di noi avrà una determinata percezione della realtà che si trova davanti, a seconda dei propri sentimenti e delle proprie considerazioni, una percezione necessariamente diversa da quelle altrui.
“Quanto sono fortunati gli attori! Sta ad essi scegliere se vogliono aver parte nella tragedia o nella commedia, se vogliono soffrire o godere, ridere o spargere lacrime; non così nella vita vissuta. La maggior parte degli uomini e delle donne sono infatti costretti a recitare parti per le quali non hanno nessuna inclinazione. Il mondo è un palcoscenico, ma le parti vi sono mal distribuite”.

Illusione: tesina di maturità


REALTA' E APPARENZA FRASI: OSCAR WILDE

Da Aforismi di Oscar Wilde
Nelle letterature e filosofie europee, un periodo che più di altri è dominato dall'interrogativo su cosa siano la realtà e l'apparenza è quello che va dalla prima metà dell'800 alla seconda metà del '900, periodo durante il quale la frammentazione della realtà e la personalità dell'individuo sono divenute centro dell'interesse di autori come Arthur Schopenhauer, Oscar Wilde, Miguel de Unamuno, Charles Baudelaire e Luigi Pirandello.
Durante questo periodo la difficoltà di distinguere tra realtà e non-realtà è stata affrontata in maniera consistente: non si tratta di illusioni ottiche, ma di illusioni che risiedono nell'animo dell'individuo, di ciò che abbiamo sempre dato per scontato essere vero. L'unica cosa rimasta certa è che esistono mille sfaccettature con cui una realtà, oscura a tutti noi, si propone ad ognuno di noi.“Ma se è tutto qui il male! Nelle parole! Abbiamo tutti dentro un mondo di cose; ciascuno un suo mondo di cose! E come possiamo intenderci, signore, se nelle parole ch'io dico metto il senso e il valore delle cose come sono dentro di me; mentre chi le ascolta, inevitabilmente le assume col senso e col valore che hanno per sé, del mondo com'egli l'ha dentro? Crediamo d'intenderci; non ci intendiamo mai!” da Sei personaggi in cerca d'autore di Luigi Pirandello.

Tesina di maturità sull'illusione


APPARENZA E REALTA': TESINA MULTIDISCIPLINARE

“E' Maya, il velo ingannatore, che avvolge gli occhi dei mortali e fa loro vedere un mondo del quale non può dirsi né che esista, né che non esista; perché ella rassomiglia al sogno, rassomiglia al riflesso del sole sulla sabbia, che il pellegrino da lontano scambia per acqua, o anche rassomiglia alla corda gettata a terra che egli prende per un serpente”. da Il mondo come volontà e rappresentazione di A. Schopenhauer
Forse, come sosteneva Schopenhauer, la realtà visibile è apparenza, illusione, in quanto nulla (a ben guardare) ci garantisce che quanto esiste o accade non sia un mero sogno.