Tesina terza media sulla seconda metà del '900

Appunto inviato da gabrielevincenzofumarola Voto 8

Tesina multidisciplinare per gli esami di terza media sui fatti e gli avvenimenti che hanno caratterizzato la seconda metà del '900 (34 pagine formato pdf)

TESINA TERZA MEDIA: SECONDA META' DEL 900

Percorso multidisciplinare per l'esame di terza media.
Indice:
Storia: guerra fredda
cittadinanza: ONU
inglese: Kennedy
letteratura: Neorealismo, Moravia
geografia: Corea
scienze: la luna e l'uomo sulla luna
musica: Russians, Sting
ed. fisica: la danza, Nureyev
arte: pop art, Andy Warhol
francese: Parigi
tecnologia: elettricità.

Tesina di maturità sulla seconda metà del 900


TESINA SUL 900 TERZA MEDIA

Guerra fredda: In seguito alla Conferenza di Yalta nella quale l’Europa venne divisa in due parti : l’Europa orientale sotto il controllo sovietico e l’Europa occidentale sotto l’influenza americana, ci fu un’altra Conferenza nei pressi di Berlino, a Potsdam. Qui emersero i primi disagi tra i rispettivi presidenti. Stalin
voleva imporre gravi sanzioni economiche ai Paesi vinti invece Truman puntava alla ricostruzione dell’Europa. Così furono subito stabiliti i confini
tra le due zone sotto influenza diversa per evitare che la situazione degenerasse. Le zone occidentali della Germania formarono la Repubblica Federale Tedesca, mentre l’URSS trasformò le zone orientali nella Repubblica Democratica Tedesca. La vecchia capitale Berlino era nella RDT, ma una parte di essa venne assegnata alla RFT.

SECONDA META' DEL 900: TESINA

Tra il 1946 e il 1948 l’URSS intensificò il suo controllo su molti Stati dell’Europa orientale dove nacquero delle repubbliche popolari guidate dal Partito comunista. Tali Paesi divennero così “Paesi satelliti” dell’ URSS. Regno Unito e Francia apparivano indeboliti e impossibilità a conservare i loro imperi coloniali. Dunque , soltanto gli Stati Uniti e l’ Unione Sovietica potevano aspirare al ruolo si superpotenze: si estendevano su enormi territori
abitati da molteplici gruppi etnici; possedevano grandi risorse naturali e un forte apparato industriale. Gli USA, in particolare, non avevano conosciuto i danni della guerra sul proprio territorio ed erano, a quel tempo, gli unici a possedere la bomba atomica. Ciò garantivano loro una netta superiorità militare. Mentre all’ONU si dibatteva sul disarmo, dal 1946 il governo americano sospese ogni informazione agli altri Paesi sui nuovi esperimenti nucleari, con lo scopo di garantirsi l’esclusiva della bomba.