La Droga - Tesina di Scienze gratis Studenti.it

la droga: Tesina sulla droga (13 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da alex2011

DEFINIZIONE DI DROGA DEFINIZIONE DI DROGA Con il termine droga si indica ogni sostanza capace di alterare il nostro equilibrio che riguarda i diversi livelli,estremamente collegati l'uno all'altro: il livello biologico, quello psicologico e quello sociale. Gli equilibri del primo livello sono quelli della fisiologia. Le droghe interferiscono con i processi biochimici che a livello celebrare consentono la trasmissione e l'elaborazione di impulsi nervosi, cioè di segnali ed informazioni. Perturbando le funzioni delle cellule nervose le droghe agiscono a livello psicologico in quanto compromettono o addirittura annullano gli equilibri psicologici e quindi la capacità di adattamento dell' individuo e la possibilità che egli ha di far fronte a situazioni di disagio ambientale o interpersonale. Le droghe condizionano la possibilità di inserimento sociale dell'individuo minacciando da un lato le sue capacità di adattamento e dall'altro determinando una reazione di emarginazione da parte della società. CENNI STORICI SULLA DIFFUSIONE DELLE DROGHE Fin dai tempi più remoti l'uomo ha sempre ricercato sostanze in grado di rendere la vita più bella e possibilmente eterna, ma che non provocassero danni fisici e psichici e tanto meno la dipendenza. Sostanze in grado di guarire le malattie e di agire favorevolmente su psiche e corpo,anche per migliorare le prestazioni,per indurre piacere ed euforia, annullar ogni sgradevole sensazione quale ansia e dolore, procurarsi il sonno, evadere dalla realtà; per facilitare l'esplorazione della mente e il contatto con la divinità, e quindi stabilire una mistica unione; per stimolare energie, modificare reazioni affettive, aumentare percezioni e approfondire la conoscenza del reale e dell'irreale. In pratica l'uomo ha sempre ricercato l'essenza della felicità, del sapere universale e dell'eterna giovinezza esprimendo quindi il suo desiderio di diventare immortale. Un sogno che non è mai stato raggiunto, in quanto le sostanze usate (erbe, estratti, prodotti sintetici) non hanno indotto gli effetti descritti, ma solo sostituti illusori, spesso pagati a caro prezzo: danni tossici e dipendenza, una schiavitù che obbliga al loro uso continuo. Per queste sostanze chiamate droghe, le varie civiltà hanno elaborato rituali che attualmente definiamo culture. Ne veniva così regolamentato l'uso ed erano sottolineati i pericoli, fornite eventuali avvertenze e modalità per evitarli, spesso creando un tabù. L'uso indiscriminato veniva riservato alle classi dirigenti che di frequente strumentalizzavano le droghe per esercitare e mantenere un potere. Nelle civiltà primordiali fino al XIX secolo l'uso della droga è autocratico, in quanto viene gestito dal potere con proprie modalità e per i propri fini mistici, religiosi, terapeutici, bellici, politici e perfino come strumento di delitto o di genocidio. Chi le usa fuori di tali modalità e fini viene considerato strega o mago, allontanato dalla comunità e talora condannato alla perdita della Continua »

TAG: droga
vedi tutti gli appunti di scienze »
Carica un appunto Home Appunti