Risorse rinnovabili di energia: tesina

Appunto inviato da tomva Voto 6

Approfondimento sull'importanza dell'utilizzo delle risorse rinnovabili: tesina di scienze (5 pagine formato doc)

RISORSE RINNOVABILI DI ENERGIA: TESINA

Risorse rinnovabili di energia. Le risorse rinnovabili di energia derivano da fenomeni naturali come la pioggia, il vento, le maree. Si tratta di risorse gratuite, ma sono molto costose le tecnologie attuali di trasformazione, e i rendimenti sono piuttosto bassi. Perciò si preferisce utilizzare principalmente le risorse energetiche fossili, lasciando a quelle rinnovabili un ruolo marginale, di risorse integrative.
L’ACQUA
Una massa d’acqua in movimento possiede in sé una certa quantità di energia capace di compiere un lavoro. Questo fenomeno, conosciuto nei secoli passati, viene ora sfruttato per trasformare l’energia posseduta da grandi masse d’acqua in energia elettrica: ciò avviene nelle centrali idroelettriche.
• Le centrali idroelettriche utilizzano la caduta delle acque, raccolte in grandi bacini artificiali, creati sbarrando le valli con le dighe.
• L’acqua raccolta nel bacino artificiale viene convogliata , attraverso un canale derivatore, alle condotte forzate.
• Il getto violentissimo dell’acqua, che esce sotto pressione dalle condotte, colpisce le pale di una turbina, mettendola in rotazione.
• A sua volta, la turbina e collegata ad un generatore di corrente elettrica: l’alternatore.
• Il trasformatore infine, aumenta i valori di tensione della corrente prodotta prima di inviarla alle linee di trasporto.

Tesina sulle fonti di energia rinnovabili: le maree


ENERGIE RINNOVABILI IN ITALIA

L’energia idroelettrica é un tipo di energia rinnovabile, e quindi non soggetta ad  esaurimento, e le condizioni ideali per lo sfruttamento richiedono grandi altezze di caduta e grandi volumi d’acqua.
Alcune moderne centrali idroelettriche possiedono un impianto di pompaggio dell’acqua, rappresentato dal generatore che, in certi, momenti funziona come un motore, pompando l’acqua da un bacino inferiore ad uno superiore, per essere poi utilizzata nei momenti di maggior richiesta di energia, facendola fluire nel bacino più in basso.
IL CALORE TERRESTRE
Il calore terrestre, che deriva dal residuo del calore primitivo del pianeta, e che si trova localizzato in particolari zone denominate giacimenti geotermici, nasce dove la crosta terrestre comprende delle zone calde relativamente vicine alla superficie, là dove si trova del magma.
Le acque piovane o dei fiumi si infiltrano nel suolo permeabile, fino ad incontrare lo strato impermeabile e caldo, dove si riscaldano.
La temperatura di queste acque può variare da 50-60 °C fino ad alcune centinaia
di gradi.

Tesina sulle fonti di energia rinnovabili


ENERGIE RINNOVABILI, TESINA

I fluidi a bassa temperatura sono adatti per il riscaldamento di edifici e di serre; quelli ad alta temperatura, suscettibili di trasformarsi in vapore, sono adatti a produrre energia elettrica.
La centrale geotermica funziona utilizzando il vapore per muovere una turbina collegata ad un alternatore; il residuo viene fatto condensare in una torre di refrigerazione e iniettato nuovamente nel sottosuolo.
Nel settore dell’energia geotermica l’Italia occupa nel mondo una posizione di grande importanza (basti pensare alla zona di Lardarello) anche se l’energia
geotermica prodotta rappresenta soltanto l’ 1,7% di quella totale.
L’utilizzo non elettrico dell’energia geotermica, soprattutto delle acque a 50—60°C, sarà più importante, nel futuro, di quella elettrica, in particolare per il riscaldamento di case o di serre (come già avviene, per esempio, in Islanda).
IL SOLE
Il sole é la principale fonte energetica: i combustibili fossili (carbone, petrolio, metano).
L’energia dell’acqua e del vento, la crescita delle piante e la conseguente disponibilità di legna, rappresentano tutte trasformazioni di energia solare.
Ma l’energia solare può anche essere utilizzata direttamente e distribuita uniformemente su tutto il globo.
Le principali tecnologie che utilizzano l’Energia solare riguardano i seguenti campi di applicazione:
• Produzione di calore a bassa temperature
• Produzione di calore ad alta temperatura
• Conversione fotovoltaica