Post-Impressionismo: tesina di terza media

Appunto inviato da lucianatavernini68 Voto 6

Breve tesina di terza media sul Post-impressionismo (2 pagine formato doc)

POST-IMPRESSIONISMO: TESINA DI TERZA MEDIA

Post-impressionismo, tesina di terza media (= ciò che viene dopo l’Impressionismo). Si sviluppa in Francia tra il 1880 e il 1900. Il Post-impressionismo non fu una corrente artistica ma un breve e intenso periodo della storia dell’arte moderna e la definizione viene usata comunemente per indicare le numerose esperienze pittoriche, nate e sviluppate in Francia dopo l’Impressionismo. La Corrente  Impressionista aveva compiuto una rivoluzione nella storia dell'arte, fornendo un comune punto di partenza tecnica per gli artisti Post-Impressionisti.
I Post-Impressionisti come gli  Impressionisti  credevano nella necessità di rispettare "la verità" e d'essere "fedeli alla natura".
Per gli Impressionisti la libertà del pittore era indirizzata alla possibilità di rappresentare, dosando luce e colore, l'impressione di un attimo,mente i Post-Impressionisti volevano riconquistare la sicurezza del contorno, la certezza e la libertà del colore ed il tempo.

Post Impressionismo: riassunto breve


TESINA POST IMPRESSIONISMO

I pittori postimpressionisti, rifiutano la sola impressione visiva e la libertà del colore per avventurarsi per strada non ancora percorse. Fra i più celebri post-impressionisti vanno ricordati Paul Cézanne, Edvard Munch, Paul Gauguin e Vincent van Gogh, che influenzeranno significatamente tutta l’ arte pittorica del ‘900,  ed il movimento divisionista italiano. Tra i post-impressionisti italiani si possono ricordare Dante Conte, Vincenzo Vela e Gino Paolo Gori.
Il 1886 per la storia dell’arte fu un anno pieno di svolte, perché con l’ultima mostra alla Maison dorèe di Parigi, l’attenzione cade sul dipinto di Seurat: “Un dimanche après-midi à l’ile de la Grande Jatte” (a lato) che essendo stato fatto con una tecnica diversa (puntinismo) da quella degli anni precedenti, fece infastidire molto Monet e Renoir, perché questa nuova tecnica stabilì  la fine dell’impressionismo.
Nasce così il periodo del Post-impressionismo, dove venivano sottolineate le molteplici  tecniche di raffigurazione che i vari artisti hanno utilizzato in questo periodo.
Artisti di questo periodo sono:
Seurat, Gauguin, Van Gogh, Cèzanne, Rosseau, Toulouse-Lautrec.
In questo nuovo periodo  la descrizione delle superfici delle cose non doveva essere vista in maniera intuitiva e soggettiva ma doveva avere una visione più obbiettiva e scientifica.

Post-impressionismo: riassunto


POST IMPRESSIONISMO CEZANNE

La pittura in questo periodo era molto più studiata; lo studio della luce era legato al colore, infatti il colore sembrava diviso in singoli punti; il nero veniva utilizzato come colore puro.
Non viene mai rappresentato  lo stato d’animo delle persone  e nemmeno gli occhi.
La composizione dei dipinti sono studiate in modo geometrico e secondo canoni proporzionali (sezione aurea); c’è anche una ricerca del volume (questa caratteristica del volume la troviamo in Paul Cézanne).
La pittura diventa come una ricerca personale, di tipo scientifico o di tipo espressivo.
I fondatori di questo ultimo tipo, ovvero la pittura espressiva, sono Gauguin, Van Gogh e Rousseau.