Controllo utente in corso...

Jazz tra gli anni '50 e '60: Relazione sull'evoluzione del jazz dal bebop fino al free jazz, con particolare attenzione alla figura di Charles Mingus (13 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da sex1022

Dopo che si concluse l’era di rinnovo, di creatività e di ricerche musicali, chiamato Be-bop, per gli uomini del jazz il breve periodo compreso tra il 1948 e il 1952, fu difficile poiché si era ormai spenta l’euforia e l’industria del divertimento. Non pochi avvertivano che la musica spigolosa ed elaborata dei boppers doveva essere semplificata e forse un poco addolcita. Questa nuova musica avrebbe preso il nome di cool-jazz. Il cool-jazz ebbe vita brevissima e non fortunata. Fecero molti esperimenti, e Tristano fu uno dei grossi cervelli di questo movimento. Il gioco dei bassi, i movimenti fugati, il rigore compositivo, conferivano alla sua musica un eleganza settecentesca. Analoghi a quelli di Lennie Tristano furono gli esperimenti che, nello stesso periodo, venivano condotti da Dave Brubeck. La musica elaborata da molti musicisti come Gerry Mulligan, Miles Davis, Gil Evans e tanti altri, era troppo raffinata per poter essere venduta ad un pubblico vasto... Continua »

vedi tutti gli appunti di storia-della-musica »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.0943229198456 secondi