Tesina maturità: Tempi Moderni

Appunto inviato da otaddid27 Voto 7

tesina di maturità per Liceo Scientifico sui tempi moderni (13 pagine formato doc)

TESINA MATURITA': TEMPI MODERNI

Tesina maturità - Liceo Scientifico.
Una Breve Introduzione: Nel 1936 Chaplin torna nuovamente sul grande schermo con il film,da lui prodotto e interpretato,«Tempi Moderni».
Protagonista è il povero Charlot, operaio meccanico, che in questo film ha,con profondità e humor nero, meglio delineato i lati negativi del progresso economico dell’inizio del 900.
Uno dei temi centrali del lavoro di Chaplin è l’alienazione,che  è, in questo senso, connessa al malessere sociale, al senso di vuoto creato dalla civiltà industriale e consumistica e, in ambito morale, dalla crisi dei valori,insieme ad un richiamo alla crisi economica del ’29.
Filosofia: Il Marxismo rappresenta una delle componenti intellettuali e politiche più importanti dell’età moderna;opere fondamentali per capire il pensiero di Marx sono sicuramente il Capitale del 1867(di cui parleremo in seguito) e il “Manifesto del partito comunista” che Marx ed Engels scrivono nel 1848, per incarico della Lega dei Comunisti: l’appello finale del libro, la frase che chiude il quarto ed ultimo capitolo(“Proletari di tutto il mondo, unitevi!”) diventa il motto ufficiale della Lega, sostituendo quello precedente(“Tutti gli uomini sono fratelli”) che Marx non condivideva.

Tesina di maturità sul bianco e il nero


TEMPI MODERNI E RIVOLUZIONE INDUSTRIALE

Tuttavia il problema dell’alienazione è trattato nei “Manifesti economico-filosofici” del 1844.Per Marx l’uomo è il soggetto dell’alienazione nella sua vita quotidiana. Essendo il lavoro l’unica manifestazione della libertà umana,l’alienazione si manifesta nell’attività lavorativa.Tuttavia l’economia politica non scorge la conflittualità caratteristica del sistema capitalistico e che si incarna nell’opposizione fra borghesia e proletariato.Qual’è la differenza con Hegel?L’alienazione non è più il procedimento che permette all’Autocoscienza di porre sè stessa come oggetto(L’Autocoscienza si alienava così da se stessa per poi poter infine ritornare in se).L’alienazione è per Marx,infatti,un fatto reale,di natura socio-economica,in quanto si identifica con la condizione storica del salariato nell’ambito della società capitalistica(Si distingue anche da Feuerbach,secondo cui l’alienazione è un fatto prevalentemente coscienziale).

Cubismo, tesina di arte


TESINA TEMPI MODERNI CHARLIE CHAPLIN

La fonte dell’alienazione risiede nella proprietà privata dei mezzi di produzione,in virtù della quale il capitalista può utilizzare il lavoro dei salariati per accrescere la propria ricchezza,secondo la dinamica dello “sfruttamento” o “logica del profitto”.L’uomo ha smarrito sè stesso nella civiltà di classe,ma può ritrovarsi nella società assoluta del comunismo.
Rispetto a cosa l’operaio è alienato?
A)L’operaio è alienato rispetto all’oggetto del proprio lavoro
L'operaio diventa tanto più povero quanto più produce ricchezza, diventa una merce tanto più a buon mercato quanto più crea merci. Il prodotto del lavoro è il lavoro che si è fissato in un oggetto, che si è fatto oggettivo;e quindi è l'oggettivazione del lavoro.

Tesina di maturità sull'inganno


TESINA MATURITA' LICEO SCIENTIFICO

La realizzazione del lavoro è la sua oggettivazione. Questa realizzazione del lavoro appare, nella condizione descritta dall'economia politica, come privazione dell'operaio, e l'oggettivazione appare come perdita e schiavitù dell'oggetto, e l'appropriazione come alienazione, come espropriazione.L'alienazione dell'operaio nel suo oggetto si esprime, secondo le leggi dell'economia politica, in modo che, quanto più l'operaio produce, tanto meno ha da consumare, e quanto più crea dei valori,tanto più egli è senza valore e senza dignità.