Il 68: tesina

Appunto inviato da mantosara Voto 6

Il 68: tesina completa sulla contestazione giovanile (79 pagine formato doc)

IL 68: TESINA

Il sessantotto come movimento sociale. Con l’espressione “il ‘68” si indica un fenomeno storico-sociale vasto e complesso sviluppatosi negli anni intorno al 1968 in varie parti del mondo. Un sociologo americano, Wright Mills, già nel 1960 segnalava come imminente la nascita di un movimento di “giovani intellettuali”, cioè di studenti stanchi del sistema sociale e che erano pronti ad operare con i metodi più radicali. La profezia di Wright Mills si tradusse presto in realtà negli Stati Uniti con le marce contro la segregazione razziale nel Sud del Paese, la rivolta degli studenti dell’Università di Berkeley contro i metodi e l’autoritarismo ivi imperante. Il fenomeno si estese a macchia d’olio in più continenti con il suo apice nella grande rivolta degli studenti parigini, il cosiddetto” maggio francese”.

Contestazione giovanile del '68 in Italia: tesina


CONTESTAZIONE GIOVANILE DEL 68

Carattere ricorrente in tutti questi eventi fu che ovunque i giovani e gli studenti  contestavano l’autoritarismo delle istituzioni scolastiche e della società in generale, reclamando radicali riforme, giustizia, uguaglianza, democrazia diretta. Ma, in definitiva, che cosa fu il ’68? Per cercare di rispondere a questa domanda è utile servirsi del concetto di movimento sociale. I movimenti sociali sono forme di azione collettiva che si manifestano in modo relativamente spontaneo, intenzionate a rifondare su basi morali la società attraverso nuove forme di solidarietà sociale. Questi movimenti sono all’origine di grandi eventi storici, quali per esempio le rivoluzioni, i grandi cicli di lotte sociali, le lotte d’indipendenza nazionale e il sorgere di nuove religioni e di processi di profondo rinnovamento nei costumi e nella cultura. Si può ritenere che in ogni situazione storica sia sempre latente l’aspirazione ad una società diversa da quella esistente e che questa potenzialità si traduca in progetto e in azione collettiva, rilevante in presenza di circostanze favorevoli, in particolare in condizioni critiche dell’ordine sociale esistente e degli strumenti di controllo collettivo che lo difendono.

Il Sessantotto: saggio breve


CONTESTAZIONE GIOVANILE DEL 68: TESINA

Gli inizi. Il 22 marzo 1968 alcuni studenti occupano la torre amministrativa di Nanterre.Questo evento segna l’inizio del Maggio ’68.
Essi s’introdussero nella torre amministrativa della facoltà di lettere, alla periferia ovest di Parigi, occupandola. Senza nemmeno saperlo diedero inizio al movimento che si sarebbe espanso, diventando il “Maggio ‘68”. In questo periodo in Francia al potere c’era la monarchia repubblicana di De Grulle, e imperava la crescita economica. Quindi la gioventù s’impossessò della guerra del Vietnam per alimentare il suo desiderio di rivoluzione, il sogno de”l’immaginazione al potere”, ”per cambiare la vita”, ”fare l’amore non la guerra”.