Berlino: tesina

Appunto inviato da montellina Voto 6

approfondimento sulla capitale tedesca. La storia, la caduta del muro, urbanistica e luoghi di interesse di Berlino. Tesina svolta su Berlino (3 pagine formato doc)

BERLINO: TESINA

Berlino (tedesco Berlin), città della Germania nordorientale, capitale della nazione riunificata nel 1990 e del land omonimo (889 km2), sorge lungo i fiumi Sprea e Havel. Situata al centro di una fitta rete di canali che la collegano con l'Oder e l'Elba, Berlino, già importante nodo di comunicazioni ferroviarie, fluviali e aeree, si sta rapidamente attrezzando di una moderna rete di accessi stradali. Quasi interamente distrutta durante la seconda guerra mondiale, posta dal 1949 al centro della Repubblica democratica tedesca (RDT), la città fu divisa in Berlino Est e Berlino Ovest e divenne uno dei principali motivi di tensione tra Est e Ovest nel corso della Guerra Fredda.
Gli oltre quarant'anni di divisione in due settori hanno profondamente ferito la città senza comprometterne però lo sviluppo economico. L'emulazione competitiva che ingaggiarono i governi dell'est e dell'ovest fece di Berlino Est il centro commerciale, finanziario e dei trasporti della Germania Orientale, nonché uno dei principali poli industriali della RDT, in cui predominava l'industria pesante.

Il muro di Berlino: tesina svolta


MURO DI BERLINO: TESINA

Dal canto suo, Berlino Ovest beneficiò del Programma di ricostruzione dell'Europa nel dopoguerra (vedi Piano Marshall), dotandosi di moderne infrastrutture. La città divenne in poco tempo un importante centro manifatturiero, con stamperie e industrie elettriche ed elettroniche, metallurgiche, chimiche, meccaniche, agroalimentari, tessili e dell'abbigliamento. Con gli anni Settanta andò accentuando la propria vocazione finanziaria, scientifica e di ricerca. L'abbattimento del "muro" ha restituito a Berlino un ruolo cardine nelle vicende europee. Il centro della città, futuro polo direzionale della Germania riunificata, è oggi teatro di un grande lavoro di riassetto urbanistico, tale da assecondare le ambizioni del paese per il secolo venturo.

Tema sul muro di Berlino


TESINA SU BERLINO

Urbanistica e luoghi di interesse. Simbolo della città è l'imponente porta di Brandeburgo (1788-1791), ispirata ai Propilei dell'Acropoli di Atene e situata all'estremità orientale dell'Unter den Linden, famoso viale che si estende fino all'isola dei musei (Museuminsel), sulla Sprea. Nelle vicinanze si trovano il Teatro dell'Opera, in stile classico (1743), la Biblioteca nazionale (1774-1780), l'edificio barocco dell'Arsenale (costruito tra il 1695 e il 1706, e disegnato da Andreas Schlüter) che ospita ora un museo storico, la gotica chiesa di San Nicola (XIV-XV secolo), la Cattedrale Francese del quartiere di piazza dell'Accademia, cuore del quartiere francese nel XVII secolo, e l'Università Wilhelm von Humboldt (del 1809, già nota come università Friedrich-Wilhelm). Le principali strade che attraversano l'Unter den Linden sono la Friedrichstrasse e la Wilhelmstrasse, sulla quale si trovava la cancelleria del Reich di Adolf Hitler. Il viale più famoso della ex Berlino Ovest è il Kurfürstendamm, fiancheggiato da alberghi, ristoranti e negozi di lusso.

Tesina maturità sul muro di Berlino


TESINA MATURITA': BERLINO

Verso nord-est si trova il Tiergarten, il più grande parco di Berlino, che si estende fino alla porta di Brandeburgo e ospita il grande e moderno Palazzo dei Congressi (1957). Nelle vicinanze è l'edificio del Reichstag (1884-1894), anticamente sede del Parlamento tedesco, bruciato nel 1933 (vedi Incendio del Reichstag), nuovamente danneggiato alla fine della seconda guerra mondiale e attualmente in corso di restauro, e lo Zoo di Berlino (il più grande e uno dei più antichi del mondo), con acquario. Vicino al Tiergarten si trova il complesso Kulturforum, che comprende il Museo di arti applicate, gli Archivi e il Museo del Bauhaus, che commemora la scuola di architettura e design del Bauhaus (1919-1933), il Museo degli strumenti musicali, la Galleria nazionale (1968), progettata da Mies van der Rohe, e la sala da concerti Philharmonie (1963), sede dell'Orchestra filarmonica di Berlino.