Fabrizio De André e la libertà: tesina maturità

Appunto inviato da mieli90 Voto 6

Fabrizio De André e la libertà come filosofia di vita: tesina maturità sul poeta genovese, partendo dalla canzone "Il suonatore Jones" fino all'Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters, con collegamenti a autori e filosofi di varie disicpiline (51 pagine formato doc)

FABRIZIO DE ANDRE' E LA LIBERTA': TESINA MATURITA'

Fabrizio de André e la libertà. La libertà come filosofia di vita.
INTRODUZIONE: Molteplici sono le motivazioni per cui ho scelto di trattare di questo argomento e di rendere possibile un collegamento tra la libertà individuale e quella sociale.
Una di queste scaturisce sicuramente dalla passione che giorno dopo giorno cresce in me per il grande “poeta” Fabrizio De Andrè.
Ho scelto di partire proprio da lui per la tesina poiché è stato presente in tutti gli anni della mia vita, anche se me ne sono accorta davvero da poco. Quand’ero piccola, ascoltavo senza prestare la giusta attenzione i dischi di questo cantautore genovese, le cui note si diffondevano in tutta la casa secondo il volere dei miei genitori. Conoscevo le note allegre e quella specie di filastrocca in tedesco di “Ottocento”, la storia nostalgica della dolce Marinella, le note della canzone “Bocca di rosa”, anziché la vicenda; oppure associavo Don Raffaè  al caffè, o la storia di Piero e quella di  Andrea che si era perso.
Poi, quando già il corpo del grande poeta era stato sepolto da qualche anno accanto ai suoi familiari, iniziai ad associare le canzoni note di quando ero bambina a quel personaggio, conosciuto solo grazie alla sua morte. In particolare ho amato, e amo tuttora, ascoltare le note iniziali di “Il suonatore Jones”, che tanto mi piacciono e rilassano.

La guerra di Piero: tesina maturità

 

TESINA SU DE ANDRE' MATURITA'

Ma solo a partire dal 2007 mi sono dedicata a conoscere più approfonditamente l’opera di questo “poeta anarchico”. Mi sono così appassionata alla musica di “Volta la carta”, alla storia di “Princesa”, al dolce testo di “Valzer per un amore”, all’ironia presente ne “Il testamento”, allo scioglilingua in genovese di “Dolcenera”, alla macabra storia di “La ballata dell’amore cieco”.
Con il passare del tempo volli davvero capire chi era questo uomo, in che modo era riuscito ad emozionare così tante persone; comprendere quei testi che da bambina mi apparivano come canzoni ingenue, che celavano il loro significato agli ascoltatori più “profani”, che poco sapevano dell’artista e delle sue vicende umane e morali.

Tesina su De André maturità

 

PERCORSO ESAME DI MATURITA' SU DE ANDRE'

Pian piano, quasi senza accorgermene, Fabrizio De Andrè è diventato il mio cantautore italiano preferito. È proprio a lui che dedico questa tesina.: ogni volta, infatti, mi regala sensazioni e la spinta a voler davvero ragionare con la mia testa, così come per una vita ha fatto lui.
Questo è il mio tributo a Fabrizio De Andrè, che gli offro con un solo rimpianto: quello di non poter mai ascoltare dal vivo le sue canzoni e non poter mai sentirlo affrontare discussioni su temi importanti, come sempre faceva nel corso dei suoi concerti o durante le interviste.
Partirò proprio da una delle sue canzoni: “Il suonatore Jones”, che tratta uno dei temi più imponenti della sua poetica, quello della libertà, il tema conduttore della mia tesina.
È stata proprio questa canzone ad offrirmi lo spunto per ampliare la tematica della libertà trattandola dapprima in maniera concettuale e generale e poi facendone una riflessione personale.
Ho avuto modo di rifletterci a fondo ed ho deciso di trattare in modo ampliato questo tema perché ritengo che, nonostante la libertà stia alla base della realtà quotidiana di ognuno di noi, molto spesso questa viene sottintesa, per così dire ‘data per scontata’, credo sia necessario domandarsi se siamo effettivamente liberi in ogni situazione quotidiana che viviamo.  Difficilmente l’uomo fa uso delle libertà di cui gode, come, per esempio la libertà di pensiero; in compenso, però, insiste a richiedere la libertà di parola.