"il Tripode D'oro" Di Valerio Massiomo - Versione di Latino gratis Studenti.it

"Il Tripode d'oro" di Valerio Massiomo: Trascizione e traduzione delle versione 302 PG.185 del libro "Studium" di Giuseppe de Micheli: "DE mensa aurea" di Valerio Massimo". (file.doc, 1 pag) ( formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da fairuza85

TRADUZIONE E TRASRIZIONE DELLA VERSIONE 302 A PG TRADUZIONE E TRASRIZIONE DELLA VERSIONE 302 A PG.185 DI “STUDIUM” DI GIUSEPPE DE MICHELI: DE MENSA AUREA: A piscatoribus in Milesia regione everriculum trahentibus quidam iactum em?rat. Extraxta Deinde magni ponderis aurea Delphica mensa, orta controversia est ,illis piscium se capturam vendidisse adfirmantibus,hoc fortunam ductus emisse dicente. Qua cognizione propter novitatem Rei et magnitudinem pecuniae ad universum civitatis eius populum delata, placuit Apollinem Delphicum consuli cuinam adiudicanda mensa esset. Deus respondit illi esse dandam, qui sapienti? Ceteros praestaret, his verbis : «Qui ceteros sapienti? praestat, ei censeo mensam assignandam esse». Tum Milesii omnium consensu Thaleti mensam dederunt. Ille cessit eam Bianti, Bianti Pittaco, is protinus alii, deincepsque per omnium VII sapientium orbem ad ultimum ad Solonem perv?nit, qui et titulum amplissime prudentiae et praemium ad ipsum Apollinem transt?luit. Il TRIPODE D'ORO: Da pescatori che trascinavano via la rete nella regione di Mileto un tale aveva comprato una gettata di rete. Poi, dopo aver estratto il tripode d'oro di assai grande peso, nacque controversia, poiché quelli affermavano di aver venduto la cattura di pesci mentre questo diceva che aveva comprato la fortuna del lancio. E poiché questa condizione a causa della novità della cosa e dell'abbondanza di denaro fu riferita all'intero popolo della città di lui, si decise di consultare l'Apollo di Delfi riguardo a chi mai doveva essere aggiudicato il tripode. Il dio rispose che doveva essere dato a quello che superasse tutti gli altri in sapienza,con con queste parole: «Chi supera tutti gli altri in sapienza, propongo di consegnare a lui il tripode». Allora gli abitanti di Mileto diedero il tripode con il consenso di tutti a Talete. Quello lo cedette a Biante, Biante a Pittaco, questo immediatamente ad un altro, e in seguito attraverso il circolo dei sette sapienti giunse alla fine a Solone, che sia il titolo di grandissima sapienza, sia ricompensa attribuì allo stesso Apollo. Continua »

TAG: tripode
vedi tutti gli appunti di latino »
Carica un appunto Home Appunti