Ipotalamo ed epitalamo

Appunto inviato da alemnr
/5

Appunti di anatomia (0 pagine formato txt)

EPITALAMO
Questo comprende i nuclei paraventricolari anteriore e posteriore, i nuclei mediale e laterale dell’abenula, la stria midollare del talamo e la ghiandola pineale; vi si include anche la commessura posteriore.
Il trigono dell'abenula è una piccola area triangolare, bilaterale, lievemente depressa, situata davanti al collicolo superiore e medialmente al pulvinar, da cui la separa il solco dell’abenula.
Esso accoglie il nucleo dell’abenula, cui mette capo la stria midollare del talamo, pertanto pertinente alla via olfattiva.
I nuclei paraventricolari sono costituiti da neuroni piccoli che formano una regione a elevata densità cellulare, appena sotto l’ependima del terzo ventricolo.


Fibre afferenti ai nuclei paraventricolari arrivano all’ipotalamo (aree ipotalamiche anteriore e laterale) dai nuclei settali, dal nucleo proprio della stria terminale e dalla formazione ippocampica; altre fibre giungono dal tronco encefalico. I nuclei paraventricoli proiettano sul nucleo accumbens, sull’amigdala e sulla formazione ippocampica.
I nuclei dell’abenula si trovano posteriormente all’angolo dorso-mediale del talamo, inferiormente e medialmente alla stria midollare talamica e subito sotto l’ependima del terzo ventricolo.
Dal margine ventrale dei nuclei emerge un fascio di sostanza bianca, il fascio abenulo-interpeduncolare, che si porta inferiormente e anteriormente alla regione interpeduncolare del mesencefalo. Il nucleo mediale è un raggruppamento di neuroni fittamente stipati, mentre il nucleo laterale presenta minore densità. Posteriormente, i nuclei dei due lati e le lamine midollari interne sono connessi sulla linea mediana dalla commessura abenulare.


Le principali vie efferenti dei nuclei dell’abenula si portano al nucleo interpeduncolare, al nucleo mediale dorsale del talamo, alla lamina quadrigemina, alla formazione reticolare della callotta mesencefalica, la più cospicua essendo il fascio abenulo-interpeduncolare ovvero fascicolo retroflesso.
La stria midollare decorre al limite tra le superfici superiore e mediale del talamo, costeggia il margine mediale del trigono dell’abenula e invia molte fibre ai nuclei ipsilaterali dell’abenula. Altre sue fibre attraversano la linea mediana nello spessore della lamina anteriore del peduncolo pineale, dove si incrociano con quelle dell’altro lato formando la commessura abenulare, e raggiungono così i nuclei abenulari controlaterali.
La commessura posteriore (dorsale) è un complesso fascio di fibre che attraversano la linea mediana nello spessore della lamina caudale del peduncolo pineale.