Parasimpatico

Appunto inviato da alemnr
/5

Sistema parasimpatico (0 pagine formato txt)

PARASIMPATICO
Il parasimpatico ha i suoi nuclei visceroeffettori nel tronco cerebrale e nella parte sacrale del midollo spinale; si distinguono pertanto il parasimpatico encefalico ed il parasimpatico sacrale.
Il PARASIMPATICO ENCEFALICO ha i suoi nuclei visceroeffettori pertinenti ai seguenti nervi: oculomotore, faciale, glosso-faringeo, vago ed accessorio.
Il parasimpatico del nervo oculomotore è deputato all’innervazione motrice dei muscoli ciliare e sfintere della pupilla dell'occhio.
Esso ha come un nucleo visceroeffettore il nucleo visceroeffettore del nervo oculomotore, situato nella callotta del mesencefalo, ed ha come suo ganglio il ganglio ciliare.


Il ganglio ciliare si trova nella cavità orbitale, in rapporto con il contorno laterale del nervo ottico; esso è collegato al nervo oftalmico del nervo trigemino.
Il ganglio ciliare riceve i seguenti rami afferenti: la radice breve del ganglio ciliare, che proviene dal ramo inferiore del nervo oculomotore; la radice lunga del ganglio ciliare, che proviene dal nervo naso-ciliare (ramo del nervo oftalmico); la radice simpatica del ganglio ciliare, che viene dal plesso carotico interno dell’ortosimpatico.


Il ganglio ciliare emette, come suoi rami efferenti, i nervi ciliari brevi (in numero di 15 a 20) che fuoriescono dal ganglio ciliare stesso e si portano all'occhio; essi contengono:
a. Le fibre postgangliari che, originate dai neuroni del ganglio ciliare, presiedono all’innervazione motrice del muscolo ciliare e del muscolo sfintere della pupilla.
b. Le fibre postgangliari dell’ortosimpatico nate dal ganglio cervicale superiore e recate al ganglio ciliare dalla sua radice simpatica.


.