Attività enzimatica in funzione della temperatura

Appunto inviato da giammidic
/5

Laboratorio di biologia: attività enzimatica in funzione della temperatura (1 pagine formato doc)

Attività enzimatica in funzione della temperatura Reagenti: Soluzione di frullato di mela Soluzione di tampone fosfato Soluzione di catecolo allo 0,1% Cenni teorici: Il catecolo, un composto aromatico, in presenza di ossigeno atmosferico e dell’enzima catecolasi, si ossida a benzochinone, una molecola capace di formare catene ramificate, responsabile di una colorazione marrone-rossastra; questo processo avviene spontaneamente nella frutta e nelle patate sbucciate, data la consistente presenza di catecolasi nei loro tessuti. Lavorando a temperature diverse si può osservare come si ottengano risultati quantitativamente diversi per il fatto che ogni enzima catalizza la propria reazione ad una temperatura ottimale.
A temperatura inferiore la riduzione dell’energia cinetica delle molecole causa un blocco dell’attività enzimatica; a alta temperatura invece l’attività viene bloccata a causa della deproteinizzazione delle proteine. Modalità operativa: Si distribuiscono in 3 provette 3 ml di tampone fosfato, una soluzione che mantiene costante il pH in soluzione.
Si pone la prima provetta in un becher contenente ghiaccio fondente, la seconda a temperatura ambiente e l’ultima in un bagnomaria sulla piastra scaldante. Mantenendo constante la temperatura abbiamo prelevato con la pipetta da 200 μl, 1000 μl di soluzione di mela, precedentemente frullata in acqua distillata, e 800 μl di soluzione di catecolo e si sono versati in ciascuna delle tre provette. Per qualche minuto si sono agitate le tre provette per facilitare l’attività enzimatica. La soluzione di catecolo contiene l’enzima catecolasi, che a contatto con l’aria, specialmente nella frutta, si ossida a benzochinone e svolge così l’attività enzimatica. Il risultato visibile dell’attività enzimatica è una colorazione m