Il microscopio ottico

Appunto inviato da cardiga94
/5

E' una relazione relativa all'uso del microscopio. Sono spiegate tutte le sue parti e le sue principali funzioni. Per spiegare bene il suo funzionamento è stato utilizzato come materiale da analizzare una piccola porzione di una cipolla. (8 pagine formato doc)

Il microscopio ottico ci permette di osservare preparati citologici e istologici per il quale non sarebbe possibile osservarli ad occhio nudo.
Nella sua forma più essenziale, il microscopio composto è costituito da una combinazione di due lenti convergenti – l’obiettivo e l’oculare – montate a distanza fissa alle estremità di un tubo chiuso. L’obiettivo raccoglie la luce proveniente dal campione e ne fornisce un’immagine reale, capovolta e ingrandita; l’oculare riceve questa immagine nel proprio fuoco e la trasforma nell’immagine finale, che è virtuale, capovolta e ingrandita rispetto all’immagine reale.
Quella descritta è la struttura essenziale del microscopio composto. Va tenuto presente, tuttavia, che nella realtà l’obiettivo e l’oculare non sono singole lenti, ma più complicati sistemi di lenti combinate, che nel complesso producono l’effetto di singole lenti convergenti, prive dei difetti di aberrazione cromatica.
.