Distillazione: esperimento

Appunto inviato da chaos4u
/5

Obiettivo: Separare i componenti di un miscuglio liquido sfruttando la diversa temperatura di ebollizione di liquidi differenti. (3 pagine formato doc)

DISTILLATORE Obbiettivo: Separare i componenti di un miscuglio liquido sfruttando la diversa temperatura di ebollizione di liquidi differenti.
Strumenti usati e caratteristiche: Gli strumenti che abbiamo usato per effettuare questa distillazione sono: -Alcool denaturato, alterazione di determinate sostanze, come l'alcool etilico o il cloruro di sodio, prodotta intenzionalmente allo scopo di impedirne l'uso per fini diversi da quelli cui sono destinate. La denaturazione viene effettuata mediante piccole quantità di prodotti chimici difficilmente eliminabili e identificabili con facilità (denaturanti), i quali modificano irreversibilmente proprietà. Composizione o caratteri organolettici della sostanza in questione.
L'alcool etilico viene denaturato con una miscela di piridina, idrocarburi, alcool metilico e un colorante rosso. -Acqua, liquido trasparente incolore, inodore, insapore, largamente diffuso in natura e indispensabile alla vita animale; si distinguono in relazione alla qualità: acqua di fonte, sorgiva, piovana, di pozzo, di fiume, di lago, di mare, ecc. -Distillatore per distillazione frazionata formato da: Termometro Colonna di frazionamento contenente pezzettini di vetro Pallone per distillazione Mantello di riscaldamento (o bunsen) Tubo refrigerante Contenitore di raccolta La distillazione è un'operazione chimica attuata per separare una miscela liquida nei suoi componenti o in frazioni più semplici, cioè in miscele parziali costituite dalle stesse sostanze iniziali, ma in proporzioni diverse. La distillazione si realizza sfruttando le differenze di composizione che si vengono a determinare tra le fasi liquido e vapore provenienti dalla miscela liquida quando questa viene portata ad ebollizione. acqua alcool distillatore Procedimento: Si accende il mantello riscaldante. Sulla parte superiore del distillatore vi è posto un termometro che segna il questo caso 20,5 °C. Si apre il rubinetto e si fa salire l'acqua controcorrente all'interno del tubo refrigerante. Il miscuglio contenuto nel pallone, cioè alcool e acqua, viene riscaldato e così si formano i vapori arricchiti del componente più volatile che passano nella colonna di frazionamento che è in sostanza un refrigerante particolare che si limita che si limita ad essere più efficiente la separazione, ma che non consente di raccogliere contemporaneamente distillati di composizione diversa. Nella colonna di frazionamento, a contatto con la superficie fredda, il componente meno volatile condensa e defluisce nella colonna, mentre il componente più volatile passa nel tubo refrigerante e condensa cadendo nel contenitore di raccolta. Si ricontrolla il termometro che segna 79°C cioè il punto di ebollizione dell'alcool. H H | | Alcool Etilico: C2H5OH H—O—C—C—H C3CH2OH | | H H Conclusione: Questa esperienza ci è servita per dimostrare come attraverso la distillazione si possono separare i componenti di un miscuglio sfruttando il diverso punto di ebollizione dei liquidi.