Estrazione, cromatografia, distillazione, centrifuga

Appunto inviato da paolocdd
/5

Relazione di chimica su diversi esperimenti compiuti in laboratorio -Estrazione e cromatografia della clorofilla -Distillazione del vino -Centrifuga dello ioduro di piombo più nitrato di potassio (4 pagine formato doc)

MATERIALI USATI: Spinaci, bisturi, pipetta, beker, mortaio, carta al gel di silice.
distillatore, vino, acqua, acetone, alcol etilico, centrifuga,nitrato di piombo,ioduro di potassio. CENNI TEORICI: In laboratorio abbiamo visto quattro dei principali tipi di separazione di miscugli e sostanze: estrazione, cromatografia, distillazione e centrifuga. L’ estrazione serve a separare un componente di un miscuglio attraverso un solvente in cui esso è solubile. Infatti il compito del solvente è quello di sciogliere il componente del miscuglio che si desidera. Il secondo tipo è la cromatografia; essa non differisce molto dall’ estrazione anche se è molto più efficace.
Questa utilizza un solvente(fase mobile) per trasportare i diversi componenti del miscuglio, che muovendosi a diverse velocità si separano,attraverso una fase fissa( silice, allumina o carta). Il terzo metodo è la distillazione la quale utilizza la tendenza a evaporare dei liquidi se sottoposti a temperature elevate.