La mole in laboratorio: relazione

Appunto inviato da giustiziag
/5

Relazione di chimica sulla mole. Obiettivo: determinare il numero di moli di CO2 che si sviluppa dalla reazione che vede come reagenti HCl al 37% e 5g di CaCO3. (4 pagine formato doc)

LA MOLE IN LABORATORIO: RELAZIONE DI CHIMICA

Relazione di chimica.

Titolo: La mole. Obiettivo: determinare il numero di moli di CO2 che si sviluppa dalla reazione che vede come reagenti HCl al 37% e 5g di CaCO3.
Materiali:
- 5g di CaCO3 (carbonato di calcio);
- 20ml di HCl al 37%.
Strumenti:
- Cilindro graduato con portata pari a 50ml e con sensibilità ed errore assoluto pari a 1ml;
- Bilancia digitale, con portata di 1010g e sensibilità ed errore assoluto pari a 0,01g;
- Cucchiaio spatola;
- 2 vetrini d’orologio;
- Guanti protettivi;
- Imbuto.

Come si calcola la mole

LA MOLE CHIMICA

Procedura:
- Prendere un vetrino d’orologio contenente una quantità a caso di CoCO3;
- Posizionare un altro vetrino d’orologio sulla bilancia e tarare a 0;
- Utilizzando un cucchiaio spatola, spostare il CaCO3 sul vetrino posizionato sopra la bilancia, fino a quando non si ottiene una quantità pari a 5g;
- Determinare la massa di un cilindro graduato con portata %0ml ed errore assoluto e sensibilità pari a 1ml;
- il cilindro graduato da 50ml in cui erano stati precedentemente versati 20ml di HCl  al 37%, e determinarne il peso;
- Utilizzando un imbuto e aiutandosi con un cucchiaio spatola, versare i 5g di CaCO3 all’interno del cilindro contenente i 20ml di HCl al 37% e osservare la reazione;
- Una volta finita la reazione ripesare il cilindro graduato e annotare il risultato;
- Per la pericolosità dell’HCl, per quanto riguarda gli ultimi  3 passaggi è necessario lavorare sotto cappa;
- Determinare infine sapendo la reazione, le moli di CaCO3 e HCl di partenza, della CO2 che si è generata e del CaCl2 che si è prodotto.

LABORATORIO SULLE MOLI

Accorgimenti:
- Per la pericolosità dell’HCl è necessario lavorare sotto cappa durante i passaggi che ne richiedono l’utilizzo;
- Quando si opera con l’HCl, sempre per la stessa ragione riportata nel punto precedente, è necessario lavorare utilizzando appositi guanti protettivi.
Osservazioni e conclusioni: La mole è una quantità di sostanza che contiene un numero fisso di molecole, ovvero numero di Avogadro che è pari a 6,02 ? 1023, ed ha un peso pari alla massa molecolare relativa espressa in grammi.  Con questa esperienza si è voluto dimostrare che  quando si ha un reagente in eccesso (nel nostro caso l’HCl) questo reagisce solo in parte con l’altro reagente (che viene invece utilizzato tutto) e la parte restante rimane inutilizzata e miscelata al prodotto di reazione.  Facendo reagire HCl e CaCO3  secondo la seguente reazione:

.