Riassunti diritto del lavoro

Appunto inviato da eve81
/5

Tratto dal libro Vallebona (0 pagine formato doc)

I lavoratori hanno dei diritti, che devono essere rispettati, per far sì che questo accada sono nati i sindacati, questi non hanno nessun potere giuridico (DIRITTO DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI O DIRITTO SINDACALE) nello statuto dei diritti dei lavoratori nel titolo III dell’attività sindacale all’art.19- (costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali) Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità produttiva, nell’ambito:
a)    delle associazioni aderenti alle confederazioni maggiormente rappresentative sul piano nazionale;
b)    delle associazioni sindacali,non affiliate alle predette confederazioni, che siano firmatarie di contratti collettivi nazionali e provinciali di lavoro applicati nell’unità produttiva.
Nell’ambito di aziende con più unità produttive le rappresentanze sindacali possono istituire organi di coordinamento.Il contratto di lavoro è un accordo che viene sottoscritto dal lavoratore e dal datore di lavoro, con il quale vengono determinate le prestazioni che ogni parte si obbliga ad eseguire a favore dell’altra, in seguito alla instaurazione di un rapporto di lavoro subordinato.(contratti collettivi).I contratti collettivi attuali hanno forza di legge, esiste un0ordinamento intersindacale che non può andare contro la legge, deve intersecarsi e completare le norme del legislatore.
Il problema dell’effettività del diritto del lavoro.Differenza tra lavoratore autonomo e lavoratore subordinato.Il lavoratore subordinato è più “debole” per questo il diritto del lavoro è nato per tutelare questa fascia di lavoratori..