Progressione alle parallele

Appunto inviato da marti86
/5

Descrizione di esercizi educazione fisica (2 pagine formato doc)

Educazione Fisica 1 dicembre 2004 Educazione Fisica 1 dicembre 2004 Alessandro Martinengo Villagana IIIa Classico Progressione alle parallele Entrata: Giro addominale Impugnatura delle mani rivolta verso l'interno e perpendicolari alle spalle.
Sollevamento controllato del bacino grazie alla contrazione degli addominali Giro completo e appoggio sulle parallele con le braccia e il corpo disteso. Esercizi obbligatori Oscillazione gambe unite Impugnatura parallela. Movimento ondulatorio avanti e indietro delle gambe unite e tese. Oscillazione con appoggio alternato Movimento ondulatorio delle gambe intervallate e appoggio corrispondente su una parallela effettuato con agilità. Balzi in avanti con braccia alternate Avanzo sulle parallele alternando le braccia tese e mantenendo la coordinazione e la stabilità.
Balzi all'indietro con braccia simmetriche Retrocedo con movimenti delle braccia equivalenti mostrando senso della posizione. Esercizi individuali Cambio di direzione senza appoggio intermedio Durante la fase di oscillazione delle gambe cambio l'appoggio delle mani e inverto la direzione senza fermarmi in una posizione di stasi. Piegamenti sulle braccia Oscillazione delle gambe all'indietro fino a raggiungere l'altezza delle parallele. Appoggio dei piedi e corpo orizzontale alle assi. Fletto le braccia mantenendo la posizione rigida e faccio leva utilizzando la muscolatura dei pettorali e dei tricipiti. Crunch alle parallele Oscillazione delle gambe in avanti fino ad una presa sicura. Rimanere appesi a testa in giù e sollevare il busto più volte grazie al lavoro degli addominali. Trazioni Da una posizione sottostante alle parallele tenersi con le braccia e liberare la presa con le gambe. Effettuare più volte il sollevamento di tutto il peso del corpo attraverso l'utilizzo dei muscoli dorsali e dei bicipiti. Giro e posizione ad angelo Attuare una posizione di verticale a testa in giù. Completare la rotazione di 180° e giungere all'equilibrio. Addominali Sollevarsi completamente e fermarsi in posizione verticale sostenuta dalle braccia tese. Alzare più volte le gambe a squadra utilizzando i muscoli addominali. Posizione d'equilibrio a squadra Dopo aver eseguito gli addominali con le gambe a squadra, reggere la posizione rimanendo immobili dimostrando equilibrio e stabilità Posizione d'equilibrio a candela sopra le parallele Flettere le braccia. Sollevare il bacino in modo controllato fino a giungere in posizione verticale a testa in giù. Distendere le gambe e mantenere la posizione rigida e perpendicolare alle assi manifestando agilità, equilibrio, forza e controllo di essa. Oscillazioni con doppio appoggio Movimento ondulatorio delle gambe intervallato da un doppio appoggio con rimbalzo sulle parallela. Appoggio incrociato Invertire l'appoggio anteriore delle gambe sulle parallele per consentire un cambiamento di direzione. Inversione dell'appoggio incrociato Invertire l'appoggio posteriore delle gambe sulle parallele per consentire un cambiament