stabilizzatore e limitatore

Appunto inviato da luky87
/5

In questa esperienza di laboratorio si analizzati due particolari circuiti: Stabilizzatore di Tensione di tipo serie; Limitatore di Corrente... (4 pagine formato doc)

Barbierato Luca 5°D Barbierato Luca 5°D Relazione su Circuito Stabilizzatore e Limitatore di Corrente In questa esperienza abbiamo analizzato due particolari circuiti molto utili: Stabilizzatore di Tensione di tipo serie Limitatore di Corrente Dovremo quindi ottenere in uscita, dopo aver dimensionato i componenti dei due circuiti, una tensione fissa prestabilita e una corrente non superiore a quella prefissata nel dimensionamento del limitatore.
Per costruire questo circuito utilizzeremo, oltre ai vari componenti passivi, l'amplificatore operazionale. Si definisce amplificatore operazionale un amplificatore con due ingressi ed un uscita avente guadagni riferiti a ciascun ingresso uguali in modulo ma di fase opposta.
Le caratteristiche principali di un amplificatore operazionale sono le seguenti: guadagno infinito: valori commerciali da 50.000 a 100.000 (100dB) impedenza di ingresso infinita (alcuni M?) impedenza di uscita nulla (alcuni ?, fino ad alcuni centesimi di ?) le caratteristiche non variano con la temperatura off-set nullo, cioè tensione di uscita nulla con tensione differenziale di ingresso nulla banda passante infinita: curva di risposta in potenza lineare dalla continua fino ad un valore limite dipendente dal guadagno richiede amplificazione duale molti tipi hanno la protezione contro i corto circuiti in uscita pregevole è l'ampia possibilità di escursione del segnale di uscita che può arrivare all'80/90% della tensione di ingresso la tensione di alimentazione ha valori tipici che variano tra due e ventidue volt Come amplificatore operazionale utilizziamo il circuito integrato LM 741, i cui collegamenti sono rappresentati nello schema seguente. Il circuito integrato dovrà essere alimentato con una tensione duale (+15 e -15V); l'ingresso invertente [-] è costituito dal piedino 2, mentre quello non invertente [+] dal piedino 3; il piedino che costituisce l'uscita è invece il numero 6. Gli altri collegamenti non sono necessari per l'esperienza che dobbiamo effettuare e quindi rimarranno scollegati. Cenni sul Circuito Stabilizzatore Esso è un circuito che ci permette di alimentare un carico variabile con una tensione fissa ad un valore prestabilito. Nella nostra esperienza visualizzeremo due valori di soglia della tensione ben definiti tramite l'utilizzo di un Trimmer nel circuito. Vediamo qui di seguito il circuito dello stabilizzatore di tensione: I valori che troviamo segnati nel circuito naturalmente sono stati calcolati in precedenza. Per prima cosa abbiamo deciso la tensione di uscita stabilizzata del circuito che sarà di 12-14V a seconda della variazione del Trimmer. L'Alimentazione del circuito dovrà essere almeno il doppio della tensione di uscita stabilizzata: quindi alimenteremo il circuito con 28V. Il diodo Zener utilizzato nel circuito sarà invece da 5,1V. Dimensioniamo quindi la RZ: La corrente I+ sarà quella che scorre sull'ingresso non invertente dell'operazionale. Questa corrente dovrà assumere un valore di circa 10mA. Q