L'nterpretazione dei sogni di Freud: riassunto capitoli

Appunto inviato da mrosaria90
/5

L'interpretazione dei sogni: riassunto per capitoli e significato del celebre libro di Sigmund Freud (5 pagine formato doc)

L'INTERPRETAZIONE DEI SOGNI DI FREUD: RIASSUNTO CAPITOLI

Sigmund Freud, L'interpretazione dei sogni (Die Traumdeutung).

Freud scrisse quest'opera, che sta alla base della psicoanalisi, alla fine del 1899, ma fu datata 1900. In essa propone un metodo, come dice anche il titolo, per interpretare i sogni, che secondo il filosofo austriaco sono la risposta del nostro inconscio all'appagamento dei desideri.

Organizza l'opera in 7 capitoli.
Nel primo, suddiviso a sua volta in altri capitoletti, sintetizza le posizioni sul sogno che la scienza e gli studiosi in materia avevano prodotto. Troviamo, infatti, molte citazioni di frasi e pensieri di altri filosofi-psicanalisti dell'Ottocento che Freud esamina e  arricchisce con la propria tesi e la propria visione nell'analizzare i sogni.
Possiamo inoltre considerare il primo capitolo come una piccola premessa, un'introduzione al mondo dei sogni e a tutto ciò che ruota intorno ad esso ( rapporto tra sogno e veglia, la memoria nel sogno, stimoli e fonti del sogno... ).
Negli altri 6 capitoli espone la sua dottrina, partendo dal problema dell'interpretazione del sogno, passando per la deformazione di questo, per il materiale e il lavoro onirico e concludendo, nel capitolo 7 con la psicologia dei processi relativi al sogno. In quest'ultimo troviamo le prime riflessioni metapsicologiche, che vanno oltre la semplice psicologia del sogno, Freud infatti cerca di capire il passaggio che porta dal sistema inconscio alla coscienza. L'intento di Freud è quindi, quello di interpretare i sogni, cioè trovarne e spiegarne il senso, il significato nascosto.

L'interpretazione dei sogni di Freud: riassunto


IL SOGNO DI FREUD: RIASSUNTO

Non è la prima volta, però, che si cerca di elaborare metodi di interpretazione del sogno, vediamo infatti lo stesso Freud fare alcune considerazioni critiche sui precedenti metodi “popolari”.
Si tratta difatti di metodi che provengono dalla tradizione sacerdotale antica.
Il primo prevede un' interpretazione simbolica, poiché considerando il sogno come una totalità indivisibile, lo sostituisce con un contenuto analogo che ne spieghi il significato.
Il secondo prevede invece una scomposizione del sogno, attuando un metodo di “decifrazione”: ogni segno viene tradotto secondo una chiave di lettura prestabilita, prevedendo pertanto un codice fisso di significati.

L'interpretazione dei sogni di Freud: tesina di maturità


L'INTERPRETAZIONE DEI SOGNI: RIASSUNTO CAPITOLI

Freud, ovviamente, esclude subito questi due metodi in quanto sono inutilizzabili per una trattazione scientifica dell'argomento, il primo poiché limitato e incapace di una spiegazione generale, il secondo invece perché manca di attendibilità nel codice fisso, sul quale si basa la decifrazione di tutto il sogno.
Come soluzione, il filosofo offre il metodo delle libere associazioni ( che lo portarono poi all'abbandono dell'ipnosi e alla scoperta, quindi, della psicoanalisi).
Prima di analizzare il metodo, chiariamo il significato del termine “libera”.

Freud e la nascita della piscoanalisi: riassunto


INTERPRETAZIONE DEI SOGNI: SIGNIFICATO

Per Freud il sognatore deve saper esporre il proprio sogno con un susseguirsi di idee che non seguano uno schema preciso e precedentemente stabilito, ma che siano libere. Non vuole che il materiale onirico sia raccontato con una volontà selettiva che abbia alla base la coerenza di un discorso razionale.
Questa libertà viene inoltre accentuata quando al sognatore non viene dato nessun punto di partenza, ma è lui che utilizza la propria rappresentazione mentale in maniera libera e del tutto spontanea.
Analizzando il nuovo metodo, notiamo che a differenza di quelli precedenti, che non consideravano possibili riferimenti al sognatore, poiché credevano nella concezione di questo come messaggio divino, Freud introduce la soggettività del sogno, considerandolo cioè come un fenomeno psichico, un prodotto, un'espressione della nostra psiche.