Conservazione dell'energia meccanica: relazione

Appunto inviato da fafi89
/5

Relazione di fisica sul principio di conservazione dell'energia meccanica (2 pagine formato doc)

CONSERVAZIONE ENERGIA MECCANICA: RELAZIONE

Relazione di fisica. Studio del principio di conservazione dell’energia meccanica. Lo scopo dell’esperimento è quello di dimostrare che l’energia potenziale iniziale di un corpo, che si muove di moto uniformemente accelerato, in un determinato tratto della rotaia è uguale alla sua energia cinetica finale, come affermato dal prinicpio di conservazione dell’energia meccanica.

Relazione sulla conservazione dell'energia meccanica

ENERGIA MECCANICA DEFINIZIONE

Richiami teorici: moto uniformemente accelerato: moto rettilineo in cui la velocità del corpo subisce un’ accelerazione costante.

Per accelerazione si intende la rapidità con cui varia la velocità ed è espressa dal rapporto ∆v / ∆t.
velocità media: trattandosi di moto uniformemente accelerato questa è uguale alla media delle velocità, espressa dal rapporto ∆x / ∆t.
Lavoro: ciò che avviene nel momento in cui una forza provoca uno spostamento.
Questo può essere definito come il prodotto scalare dei vettori forza e spostamento.
Energia: capacità di un corpo di compiere un lavoro.
Energia cinetica: energia che il corpo ha dal momento che è in moto.
Energia potenziale gravitazionale: detta anche energia di posizione, è quell’energia che un corpo possiede dal momento che si trova ad una determinata altezza dal suolo.

Energia meccanica ed energia termica: appunti di fisica

CONSERVAZIONE ENERGIA MECCANICA ESERCIZI SVOLTI

Principio di conservazione dell’energia meccanica: la quantità totale dell’energia meccanica di un sistema resta costante nello svolgimento di un lavoro. I materiali utilizzati sono:
1. una rotaia graduata e forellata rialazata da una parte di 0.0326 m.
2. un multitimer di cui viene utilizzato solo un display.
3. una slitta.
4. due fotocellule a 0.20 m di distanza l’una dall’altra.