Resistenze in serie ed in parallelo

Appunto inviato da vil
/5

Determinazione sperimentale della resistenza equivalente di due resistenze collegate : una prima volta in serie,e, una seconda volta in parallelo. (2 pagine formato doc)

Titolo: Resistenze in serie ed in parallelo
 Scopo : Determinazione sperimentale della resistenza equivalente di due resistenze collegate : una prima volta in serie,e, una seconda volta in parallelo.
Strumenti utilizzati:  Voltmetro(V) con sensibilità e portata regolabile ; Amperometro(A) con sensibilità e portata regolabile;
Materiali utilizzati: 2 resistenze differenti ; Un generatore con voltaggio regolabile; Un interruttore; Cavetti di collegamento.
Cenni teorici:  
I componenti elettrici di un circuito elettrico, generalmente resistori (o resistenze) e condensatori,  possono essere collegati fra loro in serie oppure in parallelo .

Conoscendo il valore della resistenza (ohm) e l'intensità della corrente elettrica (A) è possibile determinare la tensione elettrica (V) su una resistenza con la Legge di Ohm:         
Ovviamente, conoscendo la tensione sulla resistenza e il valore stesso della resistenza, è possibile calcolare l'intensità della corrente elettrica che circola utilizzando la stessa formula all'inverso:    
La resistenza totale ,nei circuiti in cui i resistori sono disposti in serie, si calcola sommando le resistenze di ogni resistore:
Invece, nei circuiti in cui i resistori sono disposti in parallelo, la resistenza totale si calcola seguendo tale relazione:
È da precisare che nei circuiti in serie, l’intensista è uguale per ogni resistenza, mentre nei circuiti in parallelo è la tensione ad essere uguale per ogni resistenza.
.