Calcolo del volume di solidi attraverso metodo diretto e indiretto.

Appunto inviato da gilpow
/5

Relazione di fisica (4 pagine formato doc)

OBIETTIVO DELL’ESPERIMENTO
Lo scopo dell’esperimento è stato calcolare il volume di alcuni oggetti assegnati utilizzando il metodo diretto o indiretto.

DESCRIZIONE DELL’ESPERIMENTO
Per effettuare l’esperimento sono stati presi in considerazione sette oggetti: una sfera, un cubo,un cilindro, un bullone, un sasso, un tappo di sughero ed un pesetto.
Per soddisfare l’obiettivo dell’esercizio sono stati utilizzati due metodi: il procedimento diretto e/o il procedimento indiretto.

o    Metodo Diretto
Per metodo diretto s’intende il calcolo della misura del volume per spostamento d’acqua. Più precisamente, è stato scelto un cilindro graduato dalla capacità che più si prestava per contenere l’oggetto in osservazione, ed è stata versata in esso, tramite il becker che la conteneva, una quantità d’acqua prefissata, che è stata poi denominata quantità d’acqua prima dell’immersione.
Per aggiungere o togliere piccole quantità d’acqua che mancavano o superavano di poco la tacchetta equivalente al livello concordato in precedenza, è stato usato un contagocce.
In seguito è stato immerso delicatamente l’oggetto per evitare schizzi ed eventuali danni al cilindro.
Dopodiché è stata rilevata il livello raggiunta dall’acqua, e quindi contenete oltre al volume iniziale il volume dell’oggetto; è stata in seguito chiamata quantità d’acqua dopo l’immersione.
È stato dedotto da ciò che il volume dell’oggetto considerato equivaleva alla differenza tra i due dati registrati.
Tutti gli oggetti avevano un peso specifico maggiore dell’acqua, eccetto il tappo di sughero.