La misura della distanza focale di alcune lenti

Appunto inviato da ivanic46
/5

obiettivo: misurazione della distanza focale con lenti convergenti e divergenti (1 pagine formato doc)

La misura della distanza focale di alcune lenti.

Ivan Scaffardi classe 2as Ivan Scaffardi classe 2as Titolo: Misura della distanza focale di alcune lenti. Scopo: Misurare la distanza focale di alcune lenti. Cenni sulle lenti Le lenti sono dei mezzi trasparenti, generalmente di vetro, limitati da una superficie curva. Si distinguono due classi di lenti; la prima classe è quella delle lenti convergenti, più sottili ai bordi che al centro e possono essere biconvesse e pianoconvesse. La seconda classe comprende le lenti divergenti sempre più sottili al centro che ai bordi e possono essere bi concave e pianoconcave.

Leggi anche Fisica: lenti e specchi

Lenti divergenti Queste lenti devono il loro nome al fatto che quando un fascio di luce parallelo all'asse le attraversa, viene fatto divergere in modo che i suoi raggi escono dalla lente allontanandosi dall'asse ottico.
Lenti convergenti Queste lenti devono il loro nome dalla proprietà di convergere in un punto, detto fuoco, un fascio di raggi che arrivano parallelamente all'asse ottico che è la retta che congiunge i centri di curvatura delle due superfici sferiche che limitano la lente stessa.

Leggi anche Le lenti oftalmiche

Materiale: Faretto che emette luce bianca, filtro che crea una serie di raggi paralleli, supporto su cui mantenere le lenti, lente biconcava e lente biconvessa. Procedimento: Si prende la lente biconvessa e si posiziona sul supporto, mettiamo sul faretto il filtro e lo accendiamo, poi sistemiamo l'asse ottico in modo che sia parallelo ai raggi.