Gioventù e vecchiaia: tema

Appunto inviato da jake26
/5

Riflessione sulla gioventù e sulla vecchiaia. Gioventù e vecchiaia: tema svolto (1 pagine formato doc)

GIOVENTU' E VECCHIAIA: TEMA

La gioventù, in fondo, è più solitaria della vecchiaia.

In certi casi la gioventù può essere più solitaria della vecchiaia, ma sono casi isolati e disperati, rarissimi, a parte questi la gioventù non è per niente solitaria, è l’età più bella, un’età in cui si possono fare cose che nell’età adulta e nella vetustà, non si possono più fare, per questo nella gioventù non si deve sprecare neanche un minuto della propria giornata, la vita è bellissima!
Penso che quando Anna Frank ha scritto la frase: ”La gioventù è più solitaria della vecchiaia”, doveva essere in forte depressione, uno di quei momenti in cui tutto appare “brutto” e “triste”, un momento stracolmo di difficoltà e problemi.

Saggio breve sulla vecchiaia

GIOVINEZZA E VECCHIAIA: TEMA

Comunque, sono contrario a quest’affermazione, perché, in genere, come già detto, la giovinezza è la parte più “bella” della vita, mentre la vecchiezza, anche se non si può dire che è una “brutta ” parte della vita perché l’esistenza umana è una cosa spettacolare e fantastica, è però la parte che in genere è più solitaria, purtroppo, non tanto per il fatto dell’anzianità, ma perché l’egoismo dell’uomo, fa si che le persone d’una certa età vengano ”esonerate”, quasi… “allontanate” dalla moderna società che esige dalle persone caratteristiche che spesso i vecchi non hanno. Perciò, nell’errore, sarebbe più giusto affermare che la terza età è più solitaria della gioventù e non viceversa.
Ho sempre sostenuto e adesso sostengo ancor di più che la vita è BELLISSIMA!

.