violenza in tv

Appunto inviato da valentinav1988
/5

Saggio breve riguardante il tema della violenza in tv (1 pagine formato doc)

VIOLENZA IN TV VIOLENZA IN TV La televisione è un passatempo, ma la domanda che dobbiamo porci è:cosa guardiamo realmente?Ogni giorno assistiamo a omicidi, sparatorie, atti criminosi… Ma queste brutalità a cui assistiamo generano violenza reale? Possono influenzare persone altamente suscettibili come i bambini? Sono proprio i bambini a trascorrere la maggior parte del tempo davanti alla tv finendo per immedesimarsi con ciò che guardano, con i divi dello schermo.
È arrivato il momento di preoccuparci quando anche nei cartoni animati, prima emblema di spensieratezza, pace e armonia, ci si azzuffa continuamente. Psicologi di tutto il mondo affermano che tutti i bambini che hanno assistito sempre a programmi violenti hanno l'impressione di vivere in una giungla irta di pericoli per cui si può sopravvivere solo con la violenza.
In questo senso i più influenzati sono i bambini che vivono i zone degradate già vittime di violenze, brutalità e angheria quotidianamente. È arrivato il momento di preoccuparci quando la violenza viene stravolta in “violenza allegra”, eroi fantasiosi riescono a cavarsela sempre anche in condizioni estreme per cui i bambini si convincono che tutto possa finire sempre tutto bene. Spesso ascoltiamo increduli al telegiornale di giovani che uccidono, rapinano, compiono atti criminosi. Essi stessi messi davanti alla realtà dei fatti non sanno spiegarsi quanto accaduto, non credevano che potesse finire in quel modo, che potessero fare del male reale, forse perché come stato per un giovane 13enne californiano lo aveva visto alla tv. Allora la televisione è realmente un esempio negativo? Oppure è solo un'esagerazione? E ancora è cambiata rispetto agli anni scorsi? A questi interrogativi non è possibile dare una risposta valida per ognuno e per qualunque caso, quel che è vero è che bisogna guardare la televisione con criticità e non passivamente accettando per vera ogni cosa che ci viene propinata.