Determinazione tensioattivi anionici metodo mbas: esperimento di chimica

Appunto inviato da gattovenere
/5

Esperienza di laboratorio metodo mbas con analisi uv e schema a blocchi di esso (3 pagine formato doc)

Untitled Metodo MBAS (Methylene Blue Active Substances) Determinazione tensioattivi anionici Obbiettivo:analisi colorimetrica per la ricerca dei tensioattivi anionici in un campione di acqua tramite il metodo MBAS.
Materiale: Sostanze: cappa aspirante campione acqua cilindri graduati 100ml e 25ml cloroformio CHCl3 imbuti separatori blu di metilene acido sostegno per imbuti separatori blu di metilene neutro imbuto piccolo di vetro NaOH pipette 10ml e 5ml a doppia tacca Na2PO4 matracci 50ml e 1000ml acido solforico conc. palla di peleo acqua distillata cotone spruzzetta pinza e sostegno buretta Procedimento Preparazione dei reagenti 1)Soluzione tampone: sciogliere 10 g di Na2HPO4 in acqua distillata , aggiungere NaOH fino a ph 10 e portare a litro in un matraccio. 2)Soluzione Neutra di blu di metilene :sciogliere 0.35 g di blu di metilene in acqua distillata e portare a litro 3)Soluzione acida di blu di metilene: sciogliere 0.35 g di blu di metilene in 500ml di acqua distillata aggiungere 6.5 ml di acido solforico conc.
e portare a litro Prelevare 2,5 ml di campione con la buretta, con un cilindro graduato prelevare l'acqua distillata, trasferire il tutto nell'imbuto separator aggiungere 10 ml di soluzione tampone e 5 ml di blu di metilene neutro. Effettuare la prima estrazione con 22 ml di cloroformio, agitare per un minuto (sfiatare ogni tanto la soluzione presente all'interno dell'imbuto separatore )e lasciar separare. Trasferire la fase di cloroformio in un secondo imbuto separatore precedentemente preparato contenente 110ml di acqua e 5 ml di blu di metilene acido. Estrarre agitando nuovamente per un minuto e trasferire la fase di cloroformio in un palloncino da 50 ml, facendola passare attraverso un imbuto contenente una piccola quantità di cotone idrofilo imbevuto di cloroformio. Ripetere l'estrazione con altri 22ml di cloroformio e portare a volume lavando il cotone. Il bianco si prepara utilizzando al posto del campione 100ml di acqua distillata. Calcoli: ST.3 0,5ppm 10ppm?Xml=0,5ppm?50ml X=2,5ml St.1 0,1ppm 0,0325 St.2 0,3ppm 0,1216 St.3 0,5ppm 0,1908 St.4 0,8ppm 0,2404 St.5 0,9ppm 0,2508 Osservazioni : La molecola dei tensioattivi è caratterizzata da una catena idrofoba (catena idrocarburica lineare o ramificata)e da strutture idrofile cariche negativamente ( anione solforato o solfato)Il gruppo idrofobo viene respinto dall'acqua, conferendo alla molecola la tendenza a lasciare la fase acquosa. coda apolare In presenza di sporco le code polari si vanno a disporre al suo interno diventando micelle, che grazie all'idrofobicità delle teste il tutto viene eliminato con l'acqua All'interfaccia aria-acqua, le molecole di tensioattivo si orientano infatti con la parte idrofila verso l'acqua e quella idrofoba il più lontano possibile nell'altra direzione. I tensioattivi a più larga diffusione sono i non ionici, caratterizzati dalla presenza di gruppi idrofili detti "etossili", derivati dalla reazione tra un gruppo alcolico ed un idrossietere, e