Aspirina: esterificazione

Appunto inviato da gf5
/5

esperienza di laboratorio di chimica sull'esterificazione dell'aspirina, partendo dall'acido salicilico e dall'anidride acetica (3 pagine formato docx)

ASPIRINA ESTERIFICAZIONE

Titolo: Esterificazione dell'acido salicilico: sintesi dell'acido acetilsalicilico
Scopo esperienza: Sintesi dell’acido acetilsalicilico partendo da una soluzione di acido salicilico e anidride acetica
Strumentazione:
•    Guanti in lattice
•    Occhiali di sicurezza
•    Pallone ( capacità 100 ml )
•    Beckers (portata 25 e 50 ml )
•    Beute codate (portata 50 e 100 ml )
•    Piastra con agitatore magnetico
•    Ancoretta magnetica
•    Cartina tornasole
•    Tubo refrigerante a bolle
•    Filtro Büchner
•    Carta per filtraggio
•    Bacchette di vetro
•    Vetrino d’orologio
•    Propipetta
•    Ghiaccio
•    Strumento per determinare punto di fusione
•    Capillari.

Relazione di laboratorio sull'acetilazione dell'acido salicilico


ESTERIFICAZIONE ACIDO SALICILICO

Reattivi:
•    Acido salicilico
•    Anidride acetica
•    Acido solforico
•    Bicarbonato di sodio ( saturo )
•    Acido cloridrico ( diluito 0.35 : 1 )
•    Acetato di etilene.
Cenni storici:   
Reazione generale per l’esterificazione di acido acetilsalicilico a partire da acido salicilico e anidride acetica in ambiente acido.
Reazioni intermedie dell’esterificazione dia acido acetilsalicilico.

Sintesi dell'aspirina: relazione di chimica


REAZIONE ASPIRINA IN ACQUA

Esperienza: Introdurre in un pallone (capacità 100 ml ), munito di ancoretta magnetica, acido salicilico ( 2,00g ) , anidride acetica (5 ml ) e acido solforico (3-4 gocce).

Agganciare il pallone a un refrigerante a bolle e riscaldare la soluzione in bagno ad acqua, portare ad una temperatura di 100°C e mescolare tramite agitatore magnetico mantenere il tutto per 10 minuti.
Aggiungere alla soluzione ottenuta 50 ml di acqua ghiacciata e decantare, ripetere procedimento per 2-3 volte; il prodotto viene filtrato su carta di filtraggio e quindi messo in un becker da 150 ml e disciolto in una soluzione satura di bicarbonato di calcio ( 25 ml ), mantenere la miscela in agitazione con bacchetta di vetro finché cessa ogni segno di reazione. Filtrare la soluzione basica in un buchner  (ambiente pulito) e aggiungere goccia a goccia soluzione ghiacciata di HCl (diluito 0.35: 1) a temperatura di 0°C. Controllare con cartina tornasole che il pH sia circa 2. Filtrare su un buchner il solido ottenuto, lavarlo con 10 ml di acqua ghiacciata,seccarlo all’aria e ricristallizzarlo con 3 ml di acetato d’etile in una piccola beuta.

 

Determinazione dell'acido acetilsalicilico: esperienza di laboratorio