Titolazione Redox

Appunto inviato da atrazar
/5

Relazione di laboratorio di chimica - Titolazione Redox (2 pagine formato doc)

31-10-2006 31-10-2006 De Ascentis Alessio Esperienza II: Titolazione redox acido ossalico - permanganato di potassio Durante la seconda esperienza, è stata effettuata la standardizzazione di una soluzione di KMnO4 mediante l'uso di una soluzione di H2C2O4*2H2O.
Dal momento che il permanganato si comporta in modo diverso a seconda che si trovi in ambiente acido o basico e dato che per poter effettuare la titolazione occorre che il pH rimanga costante, abbiamo lavorato in presenza di H2SO4 e quindi la reazione è avvenuta in ambiente acido. H2C2O4 si è ossidato mentre KMnO4 si è dissociato nello ione K+ e MnO4-, che si è ridotto: +7 MnO4- + 5e- + 8H+?Mn2+ + 4H2O x2 +3 +4 H2C2O4?2CO2 + 2e- + 2H+ x5 2MnO4- + 5 H2C2O4 + 6H+ ?2Mn2+ + 10 CO2? + 8 H2O Preparazione della soluzione di acido ossalico diidrato Per prima cosa abbiamo preparato le soluzioni utili per la titolazione. Per quanto riguarda l'acido ossalico, dal momento che nella semireazione in cui si ossida scambia 2e-, il suo Peq è pari a PM/2 (126:2=63), come nel caso dell'esperienza precedente, in cui però il PM lo abbiamo diviso per 2 poiché in una titolazione acido-base l'acido ossalico si comporta come acido diprotico.
Noti il suo volume (V=0,25l) e la normalità (0,15N), è stato possibile calcolare i grammi necessari per ottenere tale soluzione, attraverso la formula P=Peq*N*V=2,36g, quantità che è stata pesata in un becher da 50ml posto su una bilancia. La soluzione ottenuta aggiungendo H2O ed agitando il tutto con una bacchetta di vetro è stata travasata in un matraccio da 250ml, in cui abbiamo aggiunto altra H2O distillata (comprese le acque di lavaggio del becher) fino a che il menisco inferiore del liquido non ha raggiunto la tacca del contenitore; dopo averlo chiuso, abbiamo agitato la soluzione. Preparazione della soluzione di permanganato di potassio In seguito, abbiamo preparato una soluzione di KMnO4, a titolo approssimato dato che questa sostanza lasciata alla luce si trasforma parzialmente in MnO2. Conoscendo la normalità approssimata (?0,1N), il volume (1l) e il Peq (pari a PM/5, in quanto in ambiente acido il permanganato acquista 5e-), abbiamo pesato i grammi necessari (3,16), posti in un becher da 50ml, da solubilizzare con H2O distillata. Dopo aver agitato la soluzione con una bacchetta di vetro, solubilizzandola completamente, e dopo averla travasata con un imbuto nel matraccio da 1l, è stato raggiunto tale volume con l'aggiunta delle acque di lavaggio del becher e di altra acqua distillata. Dopo aver chiuso il contenitore, abbiamo agitato bene. Titolazione Dal matraccio contenente acido ossalico abbiamo prelevato 10ml di soluzione con l'aiuto di una pipetta, precedentemente avvinata, per versarli in un becher da 250ml, cui sono stati aggiunti goccia a goccia 2ml di H2SO4 concentrato ed acqua, facendola scorrere lungo le pareti del contenitore e portando il liquido a un volume di 50ml. L'aggiunta di H2SO4, che ha provocato un surriscaldamento momentaneo della soluzione (es