Antologia di Spoon River: commento

Appunto inviato da warugappa
/5

Commento ad alcune poesie dell'opera di Edgar Lee Masters, Antologia di Spoon River (2 pagine formato doc)

ANTOLOGIA DI SPOON RIVER: COMMENTO

Commento poesie: Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters.
AMANDA BARKER - Questa poesia è molto toccante.

La storia è convulsa: l’amore apparente di una coppia è in realtà odio. La decisione di avere un figlio, che solitamente allieta una unione, è paragonato a un delitto nel loro caso. La cosa più inquietante è che nessuno noti la tragedia che si è consumata in quella famiglia.

GIUDICE SOMERS - In questa poesia si nota un tocco di cinismo. Certo è che la sorte è beffarda.
Leggendo questa storia ci si può porre un quesito quasi esistenziale: come può essere che una brava persona finisca dimenticata quando un ubriacone ha una tomba sfarzosa? La mia risposta è semplice: l’importante è come ci si comporta da vivi perché quando si è morti che differenza ci fa essere ricordati o no?

SARAH BROWN - La vita di questa donna è stata condivisa peccaminosamente fra due uomini. E’ contenta perché ha raggiunto la pace. La cosa più strana è che chieda all’amante di andare dal marito per dirgli che li ha amati ugualmente. Chiede anche scusa al marito, ma penso che non ci potrà essere il perdono.

Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters: riassunto e analisi

ANTOLOGIA DI SPOON RIVER: COMMENTI POESIE

"ASSO" SHAW - La denuncia del personaggio è preoccupante e anche attuale. Nella nostra società molti valori come l’onestà vengono tralasciati e sostituti dai soldi e dal successo. Non a caso viene detto che l’onestà e gli affari sono inconciliabili ma chi ce la farà è degno di stare davanti ai re.

ANER CLUTE - Concordo con questa poesia: come può una persona che compie un piccolo errore dover essere giudicato per tutta la vita? Inoltre viene messa in luce anche l’ignoranza che si cela dietro ai pregiudizi della gente.

JOHN M. CURCH - La giusta punizione arriva sempre: se non in vita, in morte. Si è arricchito sulle sfortune altrui, una cosa certamente vile per un uomo. Dà una speranza a tutti sapendo che chi compie del male verrà prima o poi castigato.

REVERENDO ABNER PEET - Questa poesia può essere facilmente riportata ai nostri giorni. Non c’è più rispetto per gli altri, neanche per i morti: come potrà mai una società sopravvivere?

L’IGNOTO - In questa poesia si trova un tema ricorrente in Dante e Petrarca: l’errore giovanile; certo è ben diverso lo sbaglio tra i poeti e l’uomo ma in comune c’è il fatto che se accorgono solo dopo lungo tempo. Probabilmente il fatto che è sconosciuto è una pena inflittagli.

HORTENSE ROBBINS - Questa poesia può essere stata scritta anche ai giorni nostri. Mette in luce quanto è effimera la celebrità: quando sei sulla cresta dell’onda, tutti vogliono sapere cosa fai, poi, quando qualcuno ti supera, tutti si dimenticano di te.