Gabriel Garcìa Màrquez-'Cronaca di una morte annunciata'

Appunto inviato da sexybart
/5

Analisi del testo narrativo: il tempo, lo spazio, i personaggi, intenzioni dell’autore, tecniche narrative (formato word pg 6) (0 pagine formato doc)

Hernan Solima Gabriel Garcìa Màrquez “Cronaca di una morte annunciata” traduzione di Dario Puccini Il giorno che venne ammazzato, Santiago Nasar si era svegliato alle 5.30, quasi tutti in paese sapevano cosa stava per accadere, ma non lui.

Si stava recando ad aspettare il battello con cui arrivava il vescovo. I gemelli Vicario lo aspettavano, lui doveva tornare per cambiarsi l'abito, ma nessuno riuscì ad avvisarlo in tempo: era già stato massacrato. Bayardo San Romàn, era giunto in paese l'anno precedente, era un uomo elegante e affascinante, nessuno sapevano cosa fosse venuto a fare in paese ma tutti si accorsero della sua ricchezza.
Decise di sposare Angela Vicario, ragazza di classe media. Lei non era per nulla attratta da lui, ma le venne obbligata dalla famiglia di non perdere quest'occasione. Bayardo San Romàn chiese ad Angela Vicario quale fosse la casa in paese che più ammirava, lei rispose che era quella del vedovo di Xius. Lui riuscì ad acquistarla offrendo al proprietario (che non aveva la minima intenzione di venderla) 10.000 Pesos in contanti. Il doppio di soldi spese per la festa di matrimonio, celebrato appena quattro mesi dopo. La festa era diventata praticamente pubblica, tutto il paese aveva almeno in parte partecipato, la chiesa ed il paese era adornati in modo maniacale. Santiago Nasar era rimasto impressionato dalla quantità di soldi spesi dallo sposo per organizzare il festeggiamento, tanto da cercare di calcolare quale fosse la somma spesa. Finite le feste i due sposi andarono nella nuova casa. Durante la notte Pura Vicario, mamma di Angela, sentì bussare alla porta: era Bayardo San Romàn che respingeva Angela Vicario per non aver dimostrato la verginità. La ragazza era in uno stato pietoso, la famiglia le chiese il colpevole e lei rispose: “Santiago Nasar”. I gemelli Pedro e Pablo Vicario in difesa dell'onore della sorella impugnarono due coltelli da macellaio e andarono in cerca di Santiago Nasar per ucciderlo. Non nascosero a nessuno ciò che stavano per fare, anzi diffusero la notizia, forse cercavano qualcuno che impedisse loro di commettere l'omicidio. Affilarono i loro coltelli, poi attesero nel negozio di Clotilde Armenta l'arrivo di Santiago Nasar, dicendo esplicitamente a tutti che intendevano ucciderlo, nessuno li prese pienamente sul serio. Santiago Nasar scoprì dal padre della sua fidanzata cosa le stava per accadere ma, mentre tornava a casa tra le urla della gente che le diceva di scappare, venne sorpreso dai gemelli Vicario che lo pugnalarono ripetutamente davanti alla porta di casa sua. Trent'anni dopo Bayardo San Romàn e Angela Vicario tornarono a vivere insieme, ma nessuno fu mai completamente sicuro che Santiago Nasar avesse mai avuto una relazione con Angela Vicario. Analisi del Testo Narrativo Le sequenze Il tipo di sequenza più frequente è narrativo/descrittivo. Il tempo Il tempo della storia è di circa 30 anni dall'anno in cui Santiago Nasar viene assassinato a trent'anni dopo